NiguardaToday

Omicidio Viale Sarca: il fratello della vittima si dichiara estraneo ai fatti

Pasquale Procacci, fratello della vittima, si dichiara innocente. L’uomo era stato arrestato settimana scorsa, quando il suo dna era stato ritrovato nella macchina della sorella. Il fratello e i suoi legali sono pronti a confutare i risultati della polizia scientifica

Pasquale Procacci, il fratello della donna trovata uccisa e seminuda lo scorso 28 aprile in Viale Sarca a Milano, si è dichiarato completamente estraneo ai fatti.

L’uomo è stato arrestato dagli investigatori a settimana scorsa, dopo che il suo dna è stato rinvenuto nella macchina e mischiato al sangue della vittima, fugando ogni dubbio che possa essere stato li già da prima. Il Procacci avrebbe ucciso la sorella per questione di denaro, essendo la donna proprietaria di diversi beni mobili ed immobili, lasciatigli dal marito defunto.

Davanti al pubblico ministero l’uomo ha sostenuto di essere innocente. Il suo avvocato, Corrado Limentani, sarebbe disposto a contestare le risultanze scientifiche delle indagini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento