Milano, cenoni annullati causa covid: gli alberghi donano il cibo a "Pane Quotidiano"

La decisione degli albergatori di "Centrale district". Ai bisognosi il cibo per i cenoni

Chiudere un anno difficile all'insegna della solidarietà. Iniziare quello nuovo sotto lo stesso segno. Regalando un momento di felicità a chi ha poco e rischia di avere ancora meno. "Centrale district", il comitato che unisce gli albergatori milanesi della zona di stazione Centrale e Piazza Repubblica, ha deciso di donare cibi e bevande a "Pane Quotidiano", la onlus che distribuisce pasti caldi ad almeno 4mila persone ogni settimana. 

Si tratta di alimenti che gli hotel, chiusi a casa covid, avevano già in dispensa in vista del cenone di Capodanno, che invece a causa delle restrizioni non si farà. E così alla fine ha vinto la solidarietà. 

A Milano 4mila persone in coda per un pasto caldo

Pasta, taralli, brioches, baci di dama, panettoni ma anche spumanti, birre e succhi di frutta, nelle scorse ore sono stati consegnati all'associazione e devoluti a chi ne ha bisogno. I volontari di Pane quotidiano, hanno fatto sapere da Centrale district, hanno effettuato due ritiri: il primo, all’Hotel Melià di via Masaccio e il secondo all’E.c.ho di viale Andrea Doria.

Albergatori e volontari hanno lavorato tutta la mattina per caricare pacchi e confezioni con oltre 600 brioches, più di mille fagottini e muffin, decine di scatole con taralli, birre, succhi e tanto altro. “Le difficoltà del comparto turistico e ricettivo di questo periodo hanno lasciato molti alberghi con dispense piene – ha spiegato Camilla Doni, vice presidente di Centrale district e direttore Best Western Hotel Madison -. Nessun’altra destinazione ci è sembrata più opportuna della solidarietà”. 

“Una parte degli ordini sono stati donati ai nostri dipendenti - hanno raccontato Andrea Giorgi di Innside Torre Galfa e Sandra Foucher, direttrice del Nyx Milano -, mentre una parte abbiamo voluto donarla in beneficenza come già avevamo fatto altre volte”. “La situazione di crisi che stiamo affrontando ci ha fatto optare per una donazione ai più bisognosi - ha concluso Marco Pratolongo, 'capo' degli Starhotels meneghini -. Grazie a Pane quotidiano per questa opportunità”.

Foto - La consegna degli alimenti

centrale district con pane quotidiano onlus_ maxi donazione di cibo e bevande_ erano destinate agli alberghi (chiusi causa covid)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Oggi e domani Lombardia in zona arancione: regole e divieti per il weekend, cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Zona bianca (ovvero tutto aperto) col nuovo Dpcm: quando potrebbe arrivarci la Lombardia

Torna su
MilanoToday è in caricamento