rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Attualità Ortomercato / Via Cesare Lombroso

Bilocali a 135mila euro: sta per partire il cantiere sull'ex Macello di Milano

Il cantiere sull'area dell'ex Macello sta per partire, a novembre dovrebbero scattare le bonifiche

Dovrebbero iniziare a breve i lavori che porteranno alla riqualificazione dell'ex Macello di Milano, angolo di città tra Viale Molise e via Lombroso. Entro novembre palazzo Marino dovrebbe concedere l'autorizzazione per la bonifica dell'area. Non solo, nello stesso arco temporale potrebbe essere stipulato il contratto definitivo per la cessione del diritto di superficie a Redo, l’operatore che ha vinto il bando indetto nell'ambito di Reinventing Cities. "Il progetto è nella fase di approvazione che richiederà ancora alcuni mesi", ha spiegato l’assessore alla rigenerazione urbana, Giancarlo Tancredi, durante la commissione di mercoledì 19 ottobre.

Riqualificazione ex Macello: mezzo miliardo tra promesse e rischio gentrificazione

Nel frattempo l'area è tornata a vivere: da settembre ospita un programma di attività come mostre fotografiche, esplorazioni artistiche, dj set e usi privati. Quando il cantiere sarà terminato la zona sarà completamente stravolta: ci saranno 1.200 appartamenti di housing sociale, il 60% di questi verrà affittato e il 40% venduto. I prezzi saranno decisamente più bassi della media milanese: gli appartamenti saranno venduti a 2.250 euro al metro quadro e locati (annualmente) a 90 euro al metro. Tradotto? Affittare un bilocale di 60 metri quadri costerà circa 450 euro al mese, lo stesso appartamento di pari metratura dovrebbe costare circa 135mila euro. Prezzi da hinterland, insomma. La superficie destinata all’housing sociale occuperà 60mila metri quadrati mentre quelli senza convenzione saranno circa 7mila.

A Milano nasce un nuovo quartiere nell'ex Macello

Allo Ied, l’Istituto Europeo di design, sono destinati 30mila metri quadri per l'edificazione del campus che ospiterà 4.500 studenti e 13mila metri quadrati saranno dedicati alla residenze studentesche, che ospiteranno circa 400 posti letto. Sono previsti anche circa 40mila metri quadri per il commercio, gli uffici e le attività ricettive, 2mila per la costruzione di una scuola elementare, circa 8mila dedicati alla scienza e all’arte e 2mila per i servizi di quartiere.

Fratelli d'Italia: "Operazione completamente in perdita"

Nel corso della commissione è intervenuto il consigliere di Fratelli d’Italia Enrico Marcora, secondo cui "i prezzi di vendita e di affitto portano a un’operazione totalmente in perdita. Redo deve coinvolgere il comune per capire come si fa a far quadrare i conti". "Abbiamo già in corso un’interlocuzione con il Comune sul tema – hanno replicato i rappresentanti di Redo - La situazione del mercato di questi anni ha complicato tantissimo la vita a tanti operatori come noi che fanno una parte housing sociale". "Un conto è la revisione dei prezzi, un conto è minare alla base progetti sociali di questo tipo – è intervenuto il consigliere del Pd e presidente di Commissione Bruno Ceccarelli – Ovviamente si tratta di aree che non sono comprate sul libero mercato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilocali a 135mila euro: sta per partire il cantiere sull'ex Macello di Milano

MilanoToday è in caricamento