menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo stato del cantiere (foto Sereni Orizzonti)

Lo stato del cantiere (foto Sereni Orizzonti)

Sereni Orizzonti, il cantiere di Vernate va avanti nonostante l'inchiesta

Non si fermano i lavori per la nuova Rsa che dovrebbe aprire nell'estate del 2020

La vicenda giudiziaria che ha colpito il vertice di Sereni Orizzonti non ferma i lavori per la realizzazione di una residenza sanitaria per anziani a Vernate, nel Milanese (non lontano da Binasco). Lo rende noto la stessa Sereni Orizzonti, il "colosso" specializzato in Rsa con sede a Udine che gestisce un'ottantina di strutture.

Nella frazione Coazzano di Vernate sta per sorgere un edificio di tre livelli a forma di "s", in grado di ospitare 90 anziani non autosufficienti in stanze con bagno per disabili. I lavori stanno procedendo con la realizzazione del terzo piano, mentre entro la fine del 2019 è previsto il completamento del volume grezzo in cemento armato dell'intera struttura. La fine dei lavori è prevista per il mese di maggio del 2020 e, entro quell'estate, la struttura diventerà operativa con un primo nucleo di 10 posti letto. Il gruppo gestisce già strutture a Rodano, Lambrate e Cusano Milanino oltre che in altre località lombarde.

L'inchiesta: truffa ai danni degli enti locali

La holding Sereni Orizzonti è stata perseguita dalla guardia di finanza e dalla procura di Udine con l'accusa di truffa ai danni degli enti locali per avere percepito illegalmente contributi pubblici in diverse regioni italiane. Sono state arrestate otto persone (quattro in carcere e quattro ai domiciliari) tra cui l'azionista di maggioranza del gruppo Massimo Blasoni (ex consigliere regionale di Forza Italia in Friuli Venezia Giulia) e sono stati sequestrati 10 milioni di euro. 

L'inchiesta ha portato alla luce un sistema di "sistematico" taglio dei costi: è il caso, ad esempio, di una struttura che, con 36 euro a settimana, doveva sostenere l'alimentazione di 10 minori, seguiti da appena tre educatori. Non è tutto: secondo l'accusa, venivano nascoste le reali ore di lavoro delle persone impiegate, venivano falsamente fatturate prestazioni di figure esterne e altro ancora. Si contesta a Sereni Orizzonti il mancato rispetto della normativa sull'accoglienza di persone fragili in questo genere di strutture.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Attualità

È stato creato un giardino zen in pieno centro a Milano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento