Inquinamento, a Milano si respira aria di montagna: concentrazioni di Pm10 al minimo

La media di Pm10 registrata dalle centraline Arpa è stata di 11.6 µg/m³. Tutto merito della pioggia

C'è quasi aria di montagna a Milano. Nella giornata di martedì 27 ottobre le centraline dell'Arpa hanno registrato concentrazioni di polveri sottili ben al di sotto dei limiti (fissati a 50 microgrammi per metro cubo), la media di Pm10 calcolata all'ombra della Madonnina è stata di 11.6 µg/m³. Tutto merito delle precipitazioni di lunedì che hanno azzerato le particelle inquinanti sospese nell'aria.

La presenza di polveri sottili, comunque, non è uniforme e varia in base alle zone della città: 10 in viale Marche, 11 in Città Studi, 16 µg/m³ in via Senato, 11 al Verziere. Questa, invece, la situazione fotografata all'esterno della città: a Limito di Pioltello sono stati registrati 11 µg/m³, 10 a Cassano d'Adda, mentre a Turbigo le centraline hanno rilevato 9 microgrammi per metro cubo, 15 a Magenta.

Per il momento non è attivo nessun 'blocco del traffico' previsto dal Protocollo aria di Regione Lombardia: il primo stop scatta dopo cinque giorni con concentrazioni di polveri sottile oltre la soglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento