Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità Duomo / Piazza della Scala

Protesta di Ncc in piazza Scala, i manifestanti: "Noi paghiamo le tasse"

L'associazione ha manifestato contro le norme che vogliono introdurre "restrizioni assurde"

L'associazione Ncc (Noleggio con conducente) è scesa in piazza della Scala nella mattinata del 18 dicembre per protestare contro l'introduzione di alcune norme che porterebbero restrizioni vincolanti alla categoria. Decine di persone hanno aderito alla manifestazione al grido di "Noi paghiamo le tasse, noi vogliamo fare le fatture". 

In particolare, come annota Ncc, se le nuove norme verranno introdotte per i lavoratori non sarà più possibile prendere servizio in sede e o in altre rimesse. "Si sarà costretti a vivere in garage. Bisognerà avere una sola sede legale, un’unica rimessa, lavorare in un solo comune. O in alternativa rimettere l’autorizzazione per l’esercizio dell’attività Ncc ove non si ha la sede legale dell’azienda", scrive l'associazione a proposito dell'articolo 29 comma 1-quater, discusso lo stesso giorno a Roma dai rappresentanti della categoria e dal viceministro ai Trasporti Edoardo Rixi.

Gli autisti di Ncc, secondo la norma, potranno sostare a disposizione dell’utenza esclusivamente in rimessa. "Non si potrà prendere un cliente, tuo o di collega, in una zona dove se n’è appena lasciato un altro (anche e soprattutto nel caso si stia già rientrando in rimessa) - annota l'associazione - con buona pace di coloro che a parole predicano il risparmio energetico e nei fatti lo disattendono". L'associazione ha infine dichiarato che i danni portati dalla nuova regolamentazione sarebbero "irreparabili" e potrebbero portare alla chiusura di molte aziende.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protesta di Ncc in piazza Scala, i manifestanti: "Noi paghiamo le tasse"

MilanoToday è in caricamento