rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
L'iniziativa

I giovani lombardi possono andare gratis nei rifugi di montagna

Voucher per due notti con mezza pensione in quasi cento rifugi della Lombardia

Giovani e famiglie di tutta la Lombardia potranno andare in montagna, nei quasi cento rifugi alpini regionali, grazie ai voucher predisposti dal progetto "#Fg4m - Estate 2022 in rifugio", promosso dal Club alpino italiano (Cai) e da Assorifugi Lombardia, e finanziato dal consiglio regionale lombardo nell'ambito della legge regionale sulla montagna.

Fino a settembre sarà possibile scegliere tra i rifugi indicati sul sito del Cai Lombardia, ricevendo un voucher gratuito di due notti e trattamento di mezza pensione (colazione e cena). La gratuità per la mezza pensione, valida per i giovani under 16, può essere abbinata alla mezza pensione del familiare, dei familiari o parenti di primo grado (purché maggiorenni) che accompagnano il giovane. Si cerca così d'incentivare la frequentazione di sentieri, rifugi e malghe da parte di famiglie con bambini e ragazzi.

Una volta scelto il rifugio e verificata la disponibilità contattando la struttura, le famiglie si iscrivono e comunicano la prenotazione attraverso il sito del Cai Lombardia, al link dedicato al progetto #Fg4m. Verrà ricevuta una email con il voucher da stampare e consegnare firmato al gestore del rifugio prescelto.

Sostegno a chi vive e lavora in montagna

"Quest'anno - ha spiegato Alessandro Fermi, presidente del consiglio regionale - abbiamo deciso di sostenere un nuovo progetto per portare le famiglie in montagna con il coinvolgimento di un centinaio di rifugi lombardi delle province di Bergamo, Brescia, Como, Lecco e Sondrio, confidando di regalare emozioni nuove ed esperienze importanti, in questo caso, possiamo ben dirlo, a fil di cielo. Con questa iniziativa vogliamo avvicinare sempre di più i giovani e le famiglie alla montagna facendo loro apprezzare e riscoprire la cultura montana, ma al tempo stesso vogliamo anche offrire un piccolo sostegno a chi in montagna vive e lavora ogni giorno come i rifugisti e i malghesi".

Turismo, cibo e tradizioni della montagna

"Dobbiamo sviluppare - ha proseguito Fermi - politiche per la montagna ancora più incisive non solo nell’ottica dell’evento delle olimpiadi invernali, ma anche su temi importanti come il turismo, la cultura del cibo e le sue tradizioni. Quando rimane viva e vissuta, la montagna è una sicurezza per tutti. È una grande opportunità per la Lombardia soprattutto in questa fase di ripartenza dopo l’emergenza pandemica e dai primi dati legati a prenotazioni e spostamenti, questa estate dovrebbe registrare un grande boom di presenze di famiglie ed escursionisti sui rifugi e sulle nostre montagne alla riscoperta della natura e di una rinnovata socialità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I giovani lombardi possono andare gratis nei rifugi di montagna

MilanoToday è in caricamento