Attualità

Unione Europea, si rinnovano i centri Europe Direct, confermato quello lombardo

Sarà attivo almeno per altri cinque anni. I centri servono a far conoscere direttamente ai cittadini le attività e le opportunità dell'Unione

Inaugurata la nuova "generazione" dei centri Europe Direct (45 in Italia, 424 in tutta l'Unione), i centri ufficiali d'informazione per i cittadini e i territori dell'Unione Europa, in vista del 9 maggio, tradizionale Festa dell'Europa. La Regione Lombardia continua ad essere parte di questa rete con il centro lombardo, riconfermato per il quinquennio a venire. Il progetto, rinnovato ed approvato con valutazione 'excellent', potenzierà le attività del Centro nelle città e nelle aree rurali, portando l'informazione sui temi europei tra le persone.

Europe Direct Lombardia, quale 'Rete nella rete', continuerà ad essere presente nella sua sede centrale a Milano, presso Palazzo Pirelli, e coordinerà dodici Punti Europa, vere e proprie 'antenne' sul territorio regionale, dislocati negli Uffici Territoriali Regionali della Lombardia nei capoluoghi di provincia e all'interno di SpazioRegione Legnano. Importante sarà inoltre il ruolo di tessere Reti con i più rilevanti stakeholder del territorio: associazioni, enti locali, università, scuole e docenti.

Il Centro Europe Direct e i punti Europa ascolteranno le esigenze dei territori, per permettere alla Commissione di comprendere meglio l'impatto concreto delle politiche e delle attività dell'UE sui cittadini, e forniranno informazioni a 360° sull'Unione europea, dalla risposta alla pandemia di covid a NextGenerationEU, alla transizione verde e digitale. Lavoreranno con le scuole e gli insegnanti per promuovere la cittadinanza europea attiva e promuoveranno dialoghi e dibattiti sui temi europei, anche nell'ambito della Conferenza sul futuro dell'Europa.

Far conoscere le opportunità offerte dall'Ue

Tra gli obiettivi di Europe Direct Lombardia, il miglioramento di conoscenza e comprensione da parte dei giovani e più in generale dei cittadini di come funzioni l'Unione europea e di quali siano le opportunità che essa offre. Rispetto al passato, inoltre, i Centri ED promuoveranno un coordinamento con tutte le reti europee presenti a livello regionale, in modo da facilitare l'accesso di cittadini, enti locali e imprese alle informazioni su bandi, iniziative della Commissione e progetti europei, e saranno in costante contatto con i media locali per offrire contenuti utili sulle priorità e sulle politiche dell'Unione europea.

"Una presenza importante - ha commentato il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana - in quanto offrirà concreto supporto per la formazione di giovani, studenti ed adulti sui temi della cittadinanza europea e della partecipazione civica, rendendo sempre più chiari gli obiettivi che si dovranno perseguire congiuntamente per affrontare le prossime sfide. Tra questi il Green Deal e la transizione verso un'economia verde, sostenibile e solidale; la trasformazione digitale, la salute e la sicurezza, l'occupazione, l'innovazione e la ricerca; temi che affronteremo nel prossimo futuro insieme a tutti i cittadini lombardi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Unione Europea, si rinnovano i centri Europe Direct, confermato quello lombardo

MilanoToday è in caricamento