rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Milano, il consigliere in commissione online con una croce celtica alle spalle: "È grave"

La denuncia dell'Anpi: "Grave provocazione". Limonta: "Niente, i fascisti sono così..."

turato croce celtica consiglio municipio 9-2

Il volto stilizzato di Ramelli, il ragazzo ucciso nel 1975 sotto casa sua durante un agguato teso da militanti della sinistra extraparlamentare. La parola "Presente" che si intravede, proprio il classico saluto che ogni anno viene dedicato allo studente nelle manifestazioni in sua memoria. E poi, in fondo, ma ben visibile, una croce celtica, simbolo che riporta la mente a periodi bui della storia. 

Eppure, Enrico Turato, consigliere del Municipio 9 in quota Fratelli d'Italia, per ben due volte ha scelto proprio una croce celtica come sfondo per il suo video collegamento. L'ultima volta è successo mercoledì sera, quando l'amministrazione si è riunita per una commissione educazione, alla quale ha preso parte anche Paolo Limonta, assessore all'edilizia del comune di Milano, che non ha mai nascosto le sue "simpatie" partigiane. 

A raccontare l'accaduto, con un post tra il sarcastico e l'ironico sul proprio profilo social, è stato lo stesso Limonta. "E niente, i fascisti sono così. Ho partecipato a una delle tantissime Commissioni Educazione che si svolgono nei vari Municipi. E che si rivelano sempre interessanti momenti di confronto e di comunicazione con il territorio. Il consigliere di Fratelli d’Italia si è collegato con alle spalle uno striscione in cui faceva bella mostra una croce celtica. Credo che l’abbia fatto come provocazione nei miei confronti. Poi non è intervenuto, non ha posto domande, non ha neanche polemizzato. È stato zitto per tutto il tempo - ha spiegato l'assessore -. Una presenza inutile. Come l’esibizione dello striscione alle sue spalle. E, niente, i fascisti sono così". 

Meno ironici dall'Anpi, per bocca del loro presidente milanese, Roberto Cenati, che ha parlato di una "grave provocazione avvenuta in Municipio 9 durante una riunione della commissione scolastica". "L'episodio è gravissimo perché oltre ad essersi svolto nel corso di una riunione istituzionale, anche se virtuale, del Municipio 9, ha rappresentato un vergognoso oltraggio alle istituzioni e a Milano Città Medaglia d'Oro della Resistenza - hanno ribadito -. Chiediamo che nei confronti del consigliere di Fratelli d'Italia che ha dimostrato una totale assenza di rispetto delle istituzioni e dei principi sanciti dalla Costituzione repubblicana vengano presi severi provvedimenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano, il consigliere in commissione online con una croce celtica alle spalle: "È grave"

MilanoToday è in caricamento