Cronaca Loreto / Piazzale Loreto

Arrestata l’amante del killer di piazzale Loreto: così lo ha aiutato a fuggire dopo l’omicidio

In manette, ai domiciliari, è finita una venezuelana di trentacinque anni. Vive a Cinisello

Per qualche giorno lo aveva ospitato a casa sua. Da un po’ di tempo, nonostante ufficialmente fosse fidanzata con un ragazzo albanese, aveva una relazione con lui. Così, quel 12 novembre sera, subito dopo l’omicidio, gli ha aperto le porte del suo appartamento, gli ha pagato il treno per Malpensa e lo ha aiutato a far perdere le proprie tracce. 

Una trentacinquenne venezuelana, residente a Cinisello Balsamo, è stata arrestata e messa ai domiciliari dagli agenti della Squadra Mobile di Milano con l’accusa di favoreggiamento personale. 

La donna, che ufficialmente vive con la madre e che in passato lavorava come badante, ha avuto un ruolo decisivo nella fuga di uno dei due killer di piazzale Loreto, al momento ancora ricercato. 

L'arrestata, stando a quanto riferito dalla polizia, era l’amante del fuggitivo: l’uomo che insieme ad Elias Moni Ozuna - arrestato a dicembre in Toscana - aveva freddato a coltellate e colpi di pistola il trentasettenne dominicano Antonio Rafael Ramirez. Ozuna è l'assassino che avrebbe sparato, mentre il ricercato avrebbe colpito Ramirez con un fendente, fatale. 

Subito dopo l’omicidio, il killer - anche lui dominicano, proprio come il complice e la vittima - è andato a casa della donna a Cinisello e insieme a lei si è poi spostato a Cadorna. Da lì, la trentacinquenne ha pagato per lei e per l’amante due biglietti per un treno Malpensa express e, una volta in aeroporto, ha salutato l’assassino ed è tornata a casa. 

Proprio nella sua abitazione di Cinisello, gli agenti hanno trovato oggetti riconducibili al ricercato. Dalla sera dell’omicidio, però, i due amanti non hanno più avuto contatti e la donna non ha saputo - o voluto - dire ai poliziotti dove si trovi al momento il killer. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestata l’amante del killer di piazzale Loreto: così lo ha aiutato a fuggire dopo l’omicidio

MilanoToday è in caricamento