Cronaca

Atm replica duramente al Codacons: "Accuse infondate, pensi a onorare le cause perse"

"Atm non può tollerare dichiarazioni infondate, in modo particolare da chi si erge a difensore dei consumatori e si trincera dietro ad un’aura di presunta impunità, pur di avere un po’ di visibilità, tentando di "regolare" vecchie ruggini che nulla hanno a che vedere con la tutela del Tpl milanese", si legge in una nota

Un mezzo Atm

L'Azienda trasporti di Milano replica duramente al Codacons, associazione di utenti, sulle ultime accuse di disservizi. 

"Atm non può tollerare dichiarazioni infondate, in modo particolare da chi si erge a difensore dei consumatori e si trincera dietro ad un’aura di presunta impunità, pur di avere un po’ di visibilità, tentando di "regolare" vecchie ruggini che nulla hanno a che vedere con la tutela del Tpl milanese - si legge in una nota -. Non è la prima volta che Codacons si avventura in azioni che si rivelano per essa assai controproducenti. In una prima occasione ha perduto su questioni legate al diritto di sciopero. Una seconda volta il Tribunale di Milano ha ritenuto l’associazione «inadeguata a fare class action»".

"In entrambe le controversie Codacons è stata condannata alla rifusione delle spese di lite, a favore di Atm, rifusione che l’Associazione non ha ancora voluto e potuto onorare. Questi denari dovuti ad Atm in base a due sentenze sono soldi pubblici, quindi dei milanesi - prosegue Atm -. Atm non intende rinunciarvi e non si fa intimidire da accuse ridicole e infondate. I legali stanno già tutelando l’Azienda in tutte le sedi più opportune. Quelle del Codacons e del presidente Donzelli sono infatti dichiarazione infondate".

"L'unico fatto del 20 novembre, riconducibile ad uno stop della linea è stato un intervento a Porta Venezia da parte dell'agente di stazione che ha disalimentato la corrente a causa di due ragazzi scesi sui binari per recuperare un pallone. Nessun problema di manutenzione. Cinque minuti in tutto. Sull'episodio non sono stati registrati reclami. Nessun episodio di panico. Codacons lancia proclami senza il supporto di fatti oggettivi, quando invece, a detta di tutti, Atm offre - e ha offerto durante Expo - un servizio eccellente e paragonabile a quello offerto in capitali europee come Londra o Berlino. Un consiglio: Condacons e il suo presidente dovrebbero informarsi prima di lanciare quelle che nella realtà sono solo accuse infondate", conclude.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atm replica duramente al Codacons: "Accuse infondate, pensi a onorare le cause perse"

MilanoToday è in caricamento