Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Buccinasco

"Pagano l'affitto al boss per vivere nella casa confiscata" a Buccinasco, la denuncia

Il caso è stato denunciato dal senatore Pd Franco Mirabelli. Depositata una interrogazione

"Una villetta confiscata dallo Stato alla 'ndrangheta risulta locata ad una coppia che paga l'affitto al figlio del boss". Accadrebbe a Buccinasco, comune dell'hinterland di Milano, come denunciato da Franco Mirabelli, vicepresidente dei senatori Pd e capogruppo nella commissione Antimafia, eletto a Milano. E il caso è finito sulla scrivania del ministro dell'Interno Matteo Salvini: Mirabelli, infatti, ha presentato una "interrogazione orale con carattere d'urgenza".

"La villetta — spiega Mirabelli in una nota — fa parte dei beni confiscati nel 2013 tra Assago e Buccinasco, Milano, al boss Vincenzo Ippolito, detto Enzino il siciliano. Il caso è venuto alla luce grazie ai condomini, insospettiti dal debito di 20 mila euro di spese condominiali".

"Dal giorno della confisca — continua Mirabelli —, pare che il figlio del boss abbia continuato ad incassare 900 euro al mese. La gestione dei beni confiscati alle mafie, prevista dal Codice Antimafia, è di competenza dell'Agenzia omonima, controllata dal ministero dell'Interno. Per questo chiediamo al ministro Salvini con un'interrogazione: è a conoscenza del caso? Come è potuto accadere un fatto del genere? Cosa intende fare per rimediare?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Pagano l'affitto al boss per vivere nella casa confiscata" a Buccinasco, la denuncia

MilanoToday è in caricamento