Cronaca

Trovato un cadavere lungo la linea ferroviaria Milano-Mortara: non sarebbe un suicidio

Sul caso indagano gli agenti del 113: l'uomo sarebbe morto a causa di un trauma cranico

Immagine repertorio

Nella mattinata di martedì 3 ottobre è stato trovato il cadavere di un uomo vicino alla linea ferroviaria Milano-Mortara a Vigevano, provincia di Pavia. Il corpo, notato da un macchinista che ha fermato il convoglio senza urtare la salma, era a metà strada tra il cavalcavia di viale Leopardi e il ponte sul Ticino.

Secondo i primi accertamenti si tratta di un uomo tra i 60 e i 65 anni morto nel corso della notte, forse a causa di un trauma cranico. Sembra essere esclusa l'ipotesi di un suicidio, ma le indagini sono state affidate agli agenti del commissariato di polizia. Per permettere i rilievi e la rimozione del corpo la circolazione ferroviaria tra Vigevano e Abbiategrasso è stata interrotta per circa un'ora.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato un cadavere lungo la linea ferroviaria Milano-Mortara: non sarebbe un suicidio

MilanoToday è in caricamento