Emilio Fede può uscire di casa: ottenuto l'affidamento in prova ai servizi sociali

Emilio Fede, ex direttore del Tg4 ad aprile dell'anno scorso condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi per il caso Ruby bis, ha ottenuto nelle scorse ore l'affidamento in prova ai servizi sociali

Emilio Fede, ex direttore del Tg4 ad aprile dell'anno scorso condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi per il caso Ruby bis, ha ottenuto nelle scorse ore l'affidamento in prova ai servizi sociali. Lo ha disposto il Tribunale di sorveglianza di Milano.

Si chiude per lui il periodo di detenzione domiciliare e da venerdì 18 settembre potrà uscire di casa per tutto il giorno, dalle 6.30 alle 22 e se vorrà andare fuori dalla Lombardia, per esempio a Napoli da sua moglie, dovrà fare istanza per ottenere l'autorizzazione.

Aveva destato scalpore, qualche mese fa, la sua "evasione" per raggiungere la moglie a Napoli. Secondo la ricostruzione, la richiesta del permesso non era giunta in tempo al giudice e c'era stata un'incomprensione con le forze dell'ordine. Era scattata così la ricerca e i carabinieri l'avevano individuato in un ristorante in Campania. Fede è stato accusato di evasione dagli arresti domiciliari perché aveva lasciato la sua abitazione di Milano, dove, dopo aver scontato 7 mesi di domiciliari, doveva completare la pena con 4 anni di servizi sociali. L'89enne avrebbe lasciato Milano senza aspettare l'ok dal giudice del tribunale di sorveglianza milanese, ma avvisando solamente i carabinieri di Segrate. Avrebbe dovuto poi far ritorno in Lombardia.

Fede, 89 anni, ha diverse patologie mediche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona gialla': cosa cambia

  • Vitamina D, che cosa mangiare per farne il pieno

  • Milano, Metropolitana M4: ecco le prime immagini della fermata dell'aeroporto Linate

  • Milano, festa al parchetto con gli amici: mix di alcol e droga, ragazzina 16enne in coma

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

Torna su
MilanoToday è in caricamento