Salone del Mobile, affari d'oro per le ladre: metro prese d'assalto, 'batterie' da 30 sulla M1

Diciassette trovate senza documenti: portate in Questura. Una in manette, due denunciate

Foto repertorio

Alcune di loro avevano fatto quasi seicento chilometri, da Roma a Milano. Altre, invece, erano partite da Baranzate o dalle più vicine via Bolla e via Lorenteggio. E poi si erano ritrovate lì, tutte insieme e tutte organizzate, con uno scopo ben preciso. Il Salone del Mobile fa gola alle borseggiatrici, che dalle prime ore di mercoledì mattina hanno preso d'assalto - letteralmente - le stazioni metropolitane della linea rossa, proprio quella usata dai turisti per arrivare ai padiglioni di Rho Fiera. 

Il primo allarme alla Questura, stando a quanto appreso, è arrivato verso le 8, seguito in rapida successione da altre richieste d'intervento. Praticamente identici i racconti di pendolari e cittadini, che hanno più e più volte segnalato agli agenti la presenza di quaranta o cinquanta donne - tutte nomadi - tra le banchine e i treni della rossa in attesa di "obiettivi" da derubare. 

La rapina alla turista

E il primo colpo è avvenuto poco dopo, alle 9.10, proprio su un convoglio della M1. A farne le spese è stata una donna di trentasei anni, una cinese diretta al Salone, che era salita a bordo a Pagano insieme ad amiche e amici. 

Durante il viaggio, tre giovani si sono avvicinate a lei e hanno iniziato a spingerla mentre una della banda ha infilato le mani nella borsa e le ha preso il portafogli con all'interno mille euro in contanti. La vittima e i suoi compagni di viaggio si sono accorti del borseggio, tanto che sono stati loro stessi a reagire, riuscendo a fermare una delle ladre - quella con il portafogli - sulla banchina di Amendola.

Lì sono intervenuti i poliziotti, che hanno preso la giovane - una 16enne nomade arrestata con l'accusa di rapina -, senza però recuperare i contanti, che evidentemente la ragazzina aveva già affidato a una complice. La stessa derubata, però, ha segnalato agli agenti che tra la folla sull'altra banchina aveva riconosciuto le altre due ladre. 

30 ladre in banchina pronte a colpire

Così ai poliziotti è bastato cambiare lato per fermarle: le due - diciannove e trentuno anni, entrambe incinte - sono state denunciate a piede libero per il reato di rapina in concorso. Loro, però, non sono state le uniche a finire negli uffici di via Fatebenefratelli.

Su quella stessa banchina, in quello stesso momento, gli agenti hanno infatti bloccato in tutto trenta donne - tutte nomadi arrivate da Roma, dal campo di Baranzate e da via Bolla e Lorenteggio, dove si trovano due edifici occupati - e tutte con precedenti per furto. Tra di loro in diciassette, tra cui tredici giovani incinte, erano senza documenti: un "appiglio" che i poliziotti hanno usato per portarle tutte in Questura ed evitare - perché questa era la convinzione degli investigatori - che si dividessero in gruppi da quattro o cinque per entrare in azione e colpire. 

Il tentato furto in serata

Sono stati i carabinieri, invece, a fermare in serata un'altra borseggiatrice. Per lei - una 18enne nomade - le manette sono scattate poco prima delle 21 nella fermata metropolitana della stazione Centrale. 

La giovanissima, insieme a una complice, aveva appena cercato di derubare una turista malese di ventisei anni, di ritorno dal Salone. È stata la stessa vittima ad accorgersi del tentativo di furto, tanto che ha reagito, ha bloccato la ladra e ha allertato la sicurezza di Atm. 

I carabinieri l'hanno poi arrestata con l'accusa di tentato furto in concorso. Sparita nel nulla la "collega". 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (48)

  • Ma perché non hanno mai provato a scipparmi? Aspetto solo questo per poter dare a sti zingari una randellata di botte che li sfiguro

  • fanno girare l'economia, anche se presi continuano a non fare niente, invece di urlare contro zingari e immigrati, mettete in galera chi ruba, ma una legge siffatta non la faranno mai, troppo rischioso, a questo punto mezzo parlamento sarebbe in galera, Salvini compreso.

    • Non te lo auguro ma se ti capitasse un furto vedi che facevi meno il politico di sinistra e ne esclamavi di epiteti di pura destra...siamo alla frutta qua parliamo di ladri che fregano la gente in metro e parlano di Salvini Lega ahahahah

  • Comunque sono cavoli vostri che usate lo spostapoveri!

    • Se vi fate tutti i Cayenne non vi scippa nessuno, taak

      • Infatti!

  • Queste nomadi vanno interrate.

  • un giretto fino a Pero e via

  • C’era un signore con i baffi, un po’ di tempo fa, che sembrava avesse risolto il problema. Ma poi ne ha creato un altro più grosso.

    • No, è che non gli hanno fatto finire il lavoro! Sporchi comunisti!

  • Le madamine di El Salah

  • hanno inaugurato anch e loro la fiera del furto... che schifo

  • nell'umido e compattate... ottimo

    • no sarebbe contaminato

    • Bravo

  • Hanno fatto il raduno come i motociclisti, tutti a Milano sotto la metro.

  • Ma guarda povere, costrette a fare 600 km a scrocco sui treni per venire a borseggiatrice a Milano. E poi dicono che i nomadi non hanno voglia di lavorare. Altro che i nostri pendolari. Queste fanno seicento chilometri dico seicento chilometri! Italiani, imparate!!

  • Ma il sindaco sala dov’è in tutto questo ?

    • Ad abbracciarli in piazza del Duomo come il suo predecessore. N.B. bisogna scrivere per sottintesi altrimenti la censura del moderatore non la pubblica.

      • Li abbraccia ma il portafogli lo lascia a palazzo Marino!

    • Ti troverai tempestato di commenti dei vari Riki, Il Santo, Loreno e tutti gli altri del circolino dei sinistri che Salah non è ministro degli interni ignorando che il Sindaco è responsabile anche della sicurezza pubblica soprattutto quando gli sono stati affidati tali poteri, ma per INCAPACITÀ sogna le Olimpiadi del 2026 lo stadio omaggio nel 2023 ma del Salone del Mobile 2019 si fa invadere dalle risorse che tanto ama

      • michael co glio ne, ti ho già detto che comunista sarà tua sorella,sempre a scrivere czte da bravo pir la che sei.

        • Il santo tu sei un F A L L I T O e per me anche comunistello s******to! Vedi una cosa seria la scrivo ed è S E I U N C O G L I O N E e comunista ahhahaah

  • l'anno prossimo faranno direttamente il "Salone del Nomade"

    • Veramente

  • Il "Salone del mobile 2019": raduno nazionale dei nomadi!!!

  • Mai un commento su questi fatti dalla sinistra. Troppo snob per risolvere i problemi del popolo. Sono d'accordo ad espellere questi delinquenti

    • esatto, espelliamola nel suo paese di origine. l'italia

      • I nomadi tutti nella casa del Popolo di Gianni. Tra straccioni si sentiranno benissimo!

  • i popoli nomadi sono sul nostro territorio dal quattordicesimo secolo... QUATTORDICESIMO SECOLO.. in pratica sono più italiani loro di tutti noi

    • Nel 14esimo secolo forse lavoravano se no venivano impiccati ! i tempi cambiano, una volta erano maestri giocolieri, ora sono maestri nel far sparire portafogli. non è una supposizione ma un dato di fatto. Vengono addestrati fin da piccoli. Questo ci fa capire che, o gli tolgono i figli cosi che possano crescere in famiglie civili, oppure troviamo un posto sul pianeta dove possano ritrovare se stessi e lavorare come nei secoli passati..

    • Cogli.one se sono stanziali non sono più nomadi! Impara il signi******to delle parole!

      • Massimo chiedi troppo. E' piu facile che un una gallina sappia le tabelline che gianni capisca qualcosa. Lui, il santo e qualche altro pi rla sono diventati gli zimbelli di milano today ed ancora non lo capiscono cosa vuoi che capiscano del vivere comune. Give up. lo traduco per loro che non capiscono: Lascia perdere. milanes: lasa perd

    • Dal quattordicesimo secolo e non hanno ancora avuto il tempo di integrarsi? Continua a difendere e giusti******re realtà assurde, sei proprio a corto di argomenti.

  • Sono d'accordo con Stefano

  • fatele fare la fine di quel povero ragazzo di ieri, solo cosi si possono recuperare queste risorse

  • Domani mattina saranno ancora all'opera.

    • Chiaro non gli fanno scontare un'ora di gabbio manco per sbaglio...e sono minori e sono gravide e sono Putt.....

  • grazie al governo giallo-verde prenderanno presto il reddito di cittadinanza fatto di vostre tasse, bravi!

    • Grazie al governo PD sono denominate minoranze etniche da salvaguardare in quanto risorse che ci pagheranno le pensioni

  • Sicuramente le ladre erano tutte incinte

    • Assurdo ma proprio così, hai perfettamente ragione. Tutte incinta

      • la cinta la usavo in un altro modo....

  • diamo a queste nomadi una degna dimora fissa, il carcere.

    • portiamoli su un'isola deserta e lasciamoli li. che poi tanto male non è.. gli faremmo un favore e lo faremmo a noi stessi.. alla fine noi non piacciamo a loro e loro a noi.. inutile vivere vicini.

  • dove sono i sinistri che li difendono sempre?

  • Nessuna pietà per questi zingari ladri ******i.

  • Che schifo! Basta con questa gentaccia!

Notizie di oggi

  • Attualità

    San Siro: oscillazioni anomale (anche di 5 cm) al terzo anello dello stadio, scatta l'allarme

  • Attualità

    Milano, figlia apre l'uovo di Pasqua in anticipo, il papà le spacca il naso con un pugno in faccia

  • Cronaca

    Buccinasco, furibonda lite tra vicini per i cani: uomo getta dell'acido in faccia a una donna

  • WeekEnd

    Cosa fare a Milano per il ponte di Pasqua e Pasquetta 2019 a Milano: tutti gli eventi

I più letti della settimana

  • Incidente per il figlio di Gerry Scotti: ricoverato d'urgenza in ospedale a Milano e operato

  • Milano, pauroso incidente: auto finisce contro un bar e travolge una cliente, donna grave

  • Milano, 16enne disabile massacrato a calci in faccia al Parco Nord: bullo piange per l'arresto

  • Milano, aperti dai ladri cinquanta box nello stesso condominio: via auto e biciclette

  • Uomo si spara un colpo di pistola in auto: trovato agonizzante in un parcheggio a Milano

  • Tentato omicidio: matrimonio tra giovanissimi finisce con una sparatoria

Torna su
MilanoToday è in caricamento