rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Cronaca

Aler paga 12 milioni di Imu: "Sottratti alla manutenzione"

Dieci milioni a Milano, due agli altri comuni della Città metropolitana. La proposta a Sala (ma non agli altri sindaci: perché?): "Si usino per contributi a chi vive negli edifici popolari"

Aler Milano, l'azienda regionale delle case popolari, nel 2020 ha pagato dodici milioni di euro di Imu ai comuni della ex provincia milanese, ma non proprio con piacere. Ne è testimonianza una proposta resa pubblica da Angelo Sala, presidente di Aler Milano, rivolta al sindaco della città, Beppe Sala: utlizzare la cifra incamerata per iniziative e contributi di solidarietà proprio per gli abitanti dei caseggiati popolari.

«Risorse che sono state purtroppo sottratte agli impegni per la manutenzione del patrimonio dedicato ai cittadini con grave fragilità socio-economica», si legge in una nota del presidente dell'azienda di case popolari. Tradotto: se Aler fosse stata esonerata dall'Imu, avrebbe potuto aggiustare più lampadine e ascensori ed eseguire qualche lavoro di manutenzione in più, magari ristrutturando qualcuno degli alloggi che invece rimangono vuoti a lungo e diventano facile preda di occupazione abusiva.

Sono quasi dieci i milioni pagati per l'Imu al comune di Milano, a cuii se ne aggiungono circa due per gli altri comuni dell'ex provincia in cui Aler dispone di proprietà. La proposta, però, Sala (Angelo, il presidente di Aler) la indirizza solo al suo omonimo sindaco di Milano e non - almeno dalla nota - agli altri primi cittadini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aler paga 12 milioni di Imu: "Sottratti alla manutenzione"

MilanoToday è in caricamento