Milano, deve scontare quasi 6 anni di carcere: latitante arrestato in stazione Centrale

Era ricercato per una serie di reati, tra cui rapina, truffa, maltrattamenti contro familiari, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico e guida in stato di ebbrezza

Repertorio

Un uomo di 50 anni, cittadino italiano, è stato arrestato lunedì dalla polizia ferroviaria di Milano, perché destinatario di un ordine di carcerazione. 

La pattuglia polfer, durante i servizi volti alla verifica sull'osservanza della misura di contenimento per contrastare il coronavirus, ha controllato l'uomo perché, appena sceso da un treno proveniente da Como, alla vista dei poliziotti ha subito mostrato un comportamento sospetto, cercando di defilarsi al fine di sottrarsi al controllo.

Fermato e controllato dagli agenti, è emerso che il 50enne era ricercato a seguito di un provvedimento di cattura emesso dalla Procura generale presso la Corte di Appello di Bologna per una serie di reati, tra cui rapina, truffa, maltrattamenti contro familiari, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico e guida in stato di ebbrezza.

Dovrà scontare la pena complessiva della reclusione di poco meno di 6 anni. L'arrestato è stato trasferito presso il carcere di Opera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento