Cronaca

Sciopero benzinai confermato: per 3 giorni Milano "all'asciutto"

Confermata l'agitazione dei gestori di stazioni di carburanti: lo sciopero a partire da martedì 8 novembre fino a venerdì 11. Il gioverno tenterà accordo in extremis

Pompe chiuse per tre giorni

Milanesi all'asciutto di benzina (come in gran parte d'Italia) da martedì 8 novembre a venerdì 11. E' stato confermato, infatti, lo sciopero dei benzinai. 

I sindacati dei gestori dei carburanti hanno deciso di escludere Liguria e Toscana, colpite dalle alluvioni. Braccia incrociate da martedì 8 novembre dalle 19.30 sulle strade statali e dalle 22 in autostrada.

L'agitazione, viene scritto in una nota, è "contro il Governo che si rifiuta di liberalizzare il settore e cancella il bonus che riconosceva il ruolo di sostituto di imposta ricoperto dalla categoria".

Il governo cercherà un'intesa in extremis. Il bonus fiscale è in vigore da diciassette anni ed in scadenza a fine anno. Il ministero invierà lunedì 7 novembre ai gestori una proposta, condivisa dal ministro Paolo Romani e dal sottosegretario Stefano Saglia, che individuerà un percorso legislativo per rendere il bonus strutturale. Ma, nell'attesa di una indicazione anche da via XX Settembre, potrebbe restare in sospeso il giudizio del ministero dell'Economia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero benzinai confermato: per 3 giorni Milano "all'asciutto"

MilanoToday è in caricamento