rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca

"Sono entrato a Games Week col green pass falso": youtuber nei guai dopo la diretta social

A febbraio 2020 aveva dichiarato di essere riuscito a violare la zona rossa di Codogno, ma non era vero

Stava facendo una diretta sui social durante l'ultima giornata della manifestazione "Games Week & Cartoomics", alla Fiera di Rho. E, durante il collegamento, si vantava di essere entrato con un green pass fasullo. Gli addetti alla sicurezza della kermesse fieristica se ne sono accorti e hanno avvertito il commissariato di Rho, già sul posto con alcuni agenti.

Ha rimediato una denuncia lo youtuber noto come "Social Boom", venticinque anni, non nuovo a trovate del genere. I poliziotti lo hanno rintracciato in fiera e gli hanno chiesto di esibire i documenti. Lui ha dichiarato il nome e il cognome indicati sul green pass in suo possesso ma ha aggiunto di non ricordare la sua data di nascita; poi, resosi conto che la finzione non stava funzionando, ha tentato di esibire la fotografia di un documento d'identità memorizzata sul suo smartphone. A quel punto, i poliziotti hanno deciso di accompagnarlo in commissariato per l'identificazione.

E' finita con una denuncia per sostituzione di persona e falsa dichiarazione sull'identità a un pubblico ufficiale. E non è mancata una multa per la violazione delle norme anti covid, perché effettivamente non aveva una 'certificazione verde' valida per l'ingresso in fiera. 

"Sono entrato in zona rossa a Codogno", ma non era vero

A fine febbraio del 2020, "Social Boom" aveva fatto parlare di sé: in piena emergenza covid, aveva fatto finta di aver violato la zona rossa di Codogno, affermando in un video su Instagram che "nella zona rossa si può entrare in piena tranquillità", salvo non poter poi uscire per due settimane, cosa che non era vera.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono entrato a Games Week col green pass falso": youtuber nei guai dopo la diretta social

MilanoToday è in caricamento