rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca via Corelli

Violenza al Cie di Milano: chiesto rinvio a giudizio per agente di polizia

Secondo il racconto della giovane donna, nell'agosto 2009, mentre riposava l'ispettore si era sdraiato sopra di lei, toccandola nelle parti intime e cercando di violentarla

E' stato chiesto il rinvio a giudizio per l'agente di polizia accusato di violenza sessuale nei confronti di una nigeriana al cie di via Corelli. A firmare la richiesta il pubblico ministero di Milano, Marco Ghezzi.

La nigeriana, rappresentata dagli avvocati Eugenio Losco e Mauro Straini, aveva confermato le accuse nel corso di un incidente probatorio nel giugno scorso. Secondo il racconto della giovane donna, nell'agosto 2009, mentre riposava su un materasso nel cortile del Cie, l'ispettore si era sdraiato sopra di lei, toccandola nelle parti intime e cercando di violentarla. La richiesta di rinvio a giudizio è stata inoltrata al gup Simone Luerti, che ora dovrà fissare l'udienza preliminare a carico del poliziotto.

La donna, Joy O.,aveva parlato del tentativo di violenza già lo scorso anno nel corso di un processo in cui era imputata a Milano per una rivolta avvenuta nel Cie. Per quei fatti la giovane era stata condannata a 6 mesi di reclusione.


Davanti al gip, in incidente probatorio, era stata sentita anche una sua amica che ha confermato il racconto della nigeriana, spiegando di essere intervenuta per bloccare il tentativo di aggressione del poliziotto. A quanto si è appreso, altri testimoni hanno confermato alcuni particolari della vicenda. L'ispettore è accusato di violenza sessuale aggravata dalla qualifica di pubblico ufficiale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza al Cie di Milano: chiesto rinvio a giudizio per agente di polizia

MilanoToday è in caricamento