menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Reintegrato

Reintegrato

Fuma sul lavoro (ma in cantiere all'aperto): reintegrato

L'uomo era stato licenziato dall'azienda che ora dovrà anche versargli le retribuzioni maturate nel frattempo

Licenziato perché stava fumando sul luogo di lavoro. Peccato però che il luogo di lavoro fosse un cantiere all'aperto. Così il tribunale di Monza ha condannato la Tagliabue Spa a reintegrare l'uomo. Non solo, ma l'azienda dovrà corrispondere al lavoratore tutte le retribuzioni arretrate.

Una sentenza importante per la Fim Cisl Milano Metropoli, che rende noto il fatto: "La sentenza sancisce che il reintegro è possibile, superando così le diffidenze riguardo la Riforma Fornero che sembrava avere attenuato le garanzie poste a tutela del lavoro e dei lavoratori", commenta il segretario Gianluca Tartaglia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Il primo centro vaccinale dedicato interamente ai lavoratori

  • Coronavirus

    Volo dall'India, cinque positivi alla variante indiana di covid su sei

  • Coronavirus

    E' ufficiale: la Lombardia resta in zona gialla

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento