Economia

La Regione: "Puntare su Malpensa per il piano aeroporti"

Maroni e Del Tenno favorevoli al rilancio dell'aeroporto varesino e al netto ridimensionamento di Linate, che resterebbe per i collegamenti italiani e poco più

Malpensa sarà "difesa" da governatore e assessore

Si torna a parlare di ridimensionamento dello scalo di Linate. Entro qualche giorno è prevista una riunione tra il governatore Roberto Maroni e il suo assessore ai trasporti, Maurizio Del Tenno, proprio per fare il punto della "coabitazione" tra gli aeroporti regionali: tutto in vista della stesura del piano aeroporti nazionale, rimandato di anno in anno.

Massima priorità, per governatore e assessore, è il rilancio di Malpensa affinché competa con Fiumicino e si consolidi come punto di riferimento per i voli intercontinentali. Come è noto, negli ultimi tempi Malpensa perde passeggeri in favore di Linate, da cui i lombardi (e non solo) partono con scali in altre città d'Europa (Zurigo, Francoforte, Parigi e così via). L'orientamento di Del Tenno non è drastico (ovvero chiudere Linate) ma sicuramente ridimensionarlo, in modo che arrivi a servire Roma, Sardegna, Sicilia e poco altro. Nell'estate 2012, a Cernobbio, venne presentato un dossier molto duro in cui si parlava a chiare lettere della necessità di ridimensionare Linate per "salvare" gli investimenti pluriennali su Malpensa.

Sembra invece tramontare la terza pista di Malpensa. Sempre Del Tenno conferma che le questioni ambientali sono significative, così come è significativo considerare la reale potenzialità di sviluppo. Insomma, la terza pista sarebbe forse un passo troppo affrettato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione: "Puntare su Malpensa per il piano aeroporti"

MilanoToday è in caricamento