Case popolari del Comune, 2 inquilini su 3 sono morosi: i dati

18 mila inquilini residenti su 28 mila non pagano integralmente il canone

Case popolari in via Spaventa (repertorio)

Il 64% dei residenti negli appartamenti del Comune di Milano, gestiti da MM, non paga interamente il canone di locazione. Si tratta di 18 mila residenti su un totale di 28 mila. Lo segnala Silvia Sardone, consigliera comunale del gruppo misto, candidata per la Lega alle europee del 26 maggio. "La morosità - dichiara - ha superato i 44 milioni nel 2016, e si è attestata a 50,3 milioni nel 2018".

Soldi che vanno a finire tra gli accantonamenti del fondo crediti di dubbia esigibilità nel bilancio di Palazzo Marino. "I numeri raccontano di mancate entrate che non solo scavano una voragine nei conti del Comune, ma impediscono a MM di disporre dei fondi necessari per la manutenzione e la riqualificazione dei caseggiati popolari", commenta la consigliera.

E all'ordine del giorno le lamentele su riscaldamenti a singhiozzo, acqua fredda e degrado. "Mi auguro che il Comune metta in campo adeguate strategie di recupero dei canoni non corrisposti", conclude Sardone. L'assessore alla casa Gabriele Rabaiotti, rispondendo a una interrogazione della Sardone, ha elencato le attività di rateizzazione messe in atto da Palazzo Marino nel 2017 e nel 2018 per recuperare le morosità dal 2003 in avanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

Torna su
MilanoToday è in caricamento