Il Gran Premio resta a Monza per altri 5 anni: l'annuncio durante la festa della Ferarri in Duomo

Siglato l'accordo: le gare si disputeranno nel tempio della velocità fino al 2024

Altri cinque anni di gare, emozioni e velocità. Il Gran Premio resta a Monza fino al 2024. Dopo le dichiarazioni relative alla possibile chiusura positiva dell'accordo per il rinnovo del Gran Premio d'Italia, mercoledì pomeriggio è arrivata l'ufficialità. L'intesa è stata siglata e Monza resta la capitale dei Motori ancora per cinque anni e la tappa italiana rimane di diritto nel calendario del Campionato della Formula Uno. La notizia è stata riportata da MonzaToday.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cruciale per l'esito positivo del contratto, come anticipato dal sindaco di Monza Dario Allevi, è stata la convenzione sigliata con Aci che ha gestito la trattative per l'accordo. L'annuncio della firma è arrivato mercoledì pomeriggio durante la festa organizzata in piazza Duomo a Milano per celebrare i novant'anni del Gran Premio di Monza e della Scuderia Ferrari. Presenti, insieme al Presidente di Regione Lombardia, anche il presidente di Aci Angelo Sticchi Damiani e il CEO della Formula Uno Case Carey.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia: 38 morti e +354 positivi, il 70% dei nuovi casi in Italia

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento