rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Pazza Inter! Rimonta e vittoria contro il Barcellona

I nerazzurri, sotto dopo il gol di Pedro, si svegliano e impognono il loro gioco. Snejider, Maicon e Milito fanno sognare il popolo nerazzurro che ora vede la finale di Madrid

Una grande Inter si impone contro il Barcellona di un piccolo Messi. I nerazzurri con la vittoria di stasera sognano la finale di Madrid grazie al 3-1 ottenuto con una strepitosa rimonta il Barcellona a San Siro nel match d'andata delle semifinali di Champions League. L'Inter parte bene e si affaccia dalle parti di Valdes, ma al 19' il gol di Pedrito cambia il match e l'Inter si sveglia. Dopo il gol del canterano i blaugrana non sono riusciti a contenere la verve dei nerazzurri che grazie alle reti di Sneijder, Maicon e Milito ed a una straordinaria prestazione di Julio Cesar, decisivo in un paio di circostanze nella ripresa, andranno a giocare al Nou Camp con il vantaggio di due gol di vantaggio da poter gestire.

L'Inter ci mette un po' a capire dov'è: San Siro, il Barcellona, la semifinale di Champions. Basta la prima accelerata del Barcellona di Guardiola per mandare avanti i blaugrana. Xavi gestisce palla e allarga il gioco, Maicon, lascia via libera a Maxwell: palla arretrata e sinistro a colpo sicuro di Pedro. L'Inter subisce il gol, ma si sveglia. Milito si avvicina al gol e poi lo propizia. Dani Alves fa una pessima diagonale lasciando liberissimo Sneijder su una palla gestita da Milito in area: l'olandese non sbaglia, è la mezz'ora. L'Inter è più viva che mai

L'Inter della prima parte di ripresa è super. Il Barcellona, sarà il viaggio in pullman, è irriconoscibile. In 16 minuti di follia catalana l'Inter segna due sanguinosi gol. Maicon e Milito, anche se quest'ultimo viziato dal fuorigioco millimetrico del Principe, fanno pendere pesantemente la bilancia dalla parte dei nerazzurri. Guardiola prova a fermare l'emorragia togliendo Ibrahimovic: un fantasma. Entra Abidal, non una punta. Mourinho perde Maicon per una gomitata (volontaria?) di Messi che fa saltare via due denti al brasiliano. Entra Balotelli, ma al giocatore di colore anche in una notte riesce a litigare duramente col pubblico. Super Mario dopo aver lanciato via la maglia a fine gara, negli spogliatoi discuterà animatamente anche con Materazzi. Tornando alla partita, l'Inter rimane concentrata sempre e grazie a una grande dose di meritata fortuna nel finale fa suo il match. Il pessimo arbitro portoghese Benquerença ritiene di non sanzionare i più che sospetti espisodi di Sneijder su Dani Alves e Samuel su Pique) che avrebbero dato almeno un penalty al Barcellona. Episodi che avrebbero fatto impazzire Mourinho. La Grande Inter, però resiste, grazie anche al muro eretto da Lucio che a Julio Cesar battuto salva su Pique.


José Mourinho a fine gara analizza la serata vittoriosa: "E' stata una partita quasi perfetta. Per essere perfetta non dovevamo subire quel goal. L'Inter ha meritato di vincere con due goal di scarto. La Finale? E' lontana, non cambia niente, noi abbiamo le stesse probabilità loro. Conosco il Barcellona e so che sono molto furbi, e nel tunnel hanno iniziato già a giocare la gara di ritorno. E' stata una partita a scacchi e qualche errore ci sta, il problema è che li paghi molto. La squadra è piena di fiducia, e l'Inter si è trasformata in Champions, fare sei vittorie di fila è fantastico".

"E' stato un gesto pessimo, davvero pessimo e prenderemo provvedimenti". Non usa giri di parole l'amministratore delegato Ernesto Paolillo, commentando la reazione di Mario Balotelli ai fischi del pubblico di San Siro. La società stavolta non rimarrà in silenzio e agirà nei confronti del giovane attaccante, ancora una volta nell'occhio del ciclone per i suoi comportamenti.

 

TOP

SNEJIDER 7: Lo "scarto" del Real Madrid sta facendo di tutto per tornare nella capitale spagnola, ma questa volta da protagonista con la sua Inter. Segna il primo gol e dà il fortunato e un po' casuale assist per il gol di Milito che manda ko il Barça. E' il primo a pressare e mette spesso in difficoltà il confuso Daniel Alves
MILITO 7: Sciupa nel primo tempo una clamorosa palla gol, ma si fa perdonare con gli interessi. El Principe entra in tutti e tre i gol: 2 assist e una rete, quella del 3 a 1 che già fa sognare Madrid.

FLOP


THIAGO MOTTA 5,5: Nel primo tempo rimane spesso imbrigliato tra la linea difensiva nerazzurra e la sua mediana. Nel secondo tempo rischia più volte il giallo ma l'arbitro portoghese è avaro di cartellini verso i nerazzurri




IL TABELLINO



Inter (4-2-3-1): Julio Cesar; Maicon (27' st Chivu), Lucio, Samuel, J.Zanetti; Cambiasso, T.Motta; Eto'o, Sneijder, Pandev (11' st Stankovic); D.Milito (30' st Balotelli). A disposizione: Orlandoni, Cordoba, Materazzi, Muntari. All.: Mourinho

Barcellona (4-3-3): Valdes; Dani Alves, Pique, Puyol, Maxwell; Xavi, Busquets, Keita; Pedro, Ibrahimovic (17' st Abidal), Messi. A disposizione: Pinto, G.Milito, Jeffren, Y.Touré, Bojan, Henry. All.: Guardiola

Arbitro: Benquerença (Portogallo)

Marcatori: 19' Pedro (B); 30' Sneijder (I); 3' st Maicon (I); 16' st Milito (I)

Ammoniti: Eto'o (I), Busquets (B), Puyol (B), Pique (B), Keita (B), Stankovic (I), Dani Alves (B)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pazza Inter! Rimonta e vittoria contro il Barcellona

MilanoToday è in caricamento