Sport

Finale Mondiale: 3 a 0 al modesto Seongnam

L'Inter doma i coreani e ora disputerà la finale contro il Mazembe. Gol di Stankovic e Zanetti e Milito. Sneijder ko al primo minuto

E' dai tempi della Tv in bianco e nero che l'Inter non gioca per il massimo trofeo mondiale per club. Prima si chiamava Coppa Intercontinentale, ora si chiama Mondiale per Club. E' passata un'era, ma un altro Moratti vuole alzare la coppa. Come riferisce il sito della Società “il presidente Massimo Moratti, il vicepresidente Angelomario Moratti, accompagnati dall'amministratore delegato Ernesto Paolillo, dal vicedirettore generale Stefano Filucchi e dal direttore tecnico Marco Branca, hanno raggiunto gli spogliatoi dello stadio Zayed Sports City per scortare la squadra fin dall'inizio della semifinale del Mondiale per Club contro il Seongnam”. Un presenza che certifica ancora di più l'importanza di questa manifestazione per l'Inter.

Benitez non sacrifica Maicon e come terzini sceglie Zanetti e Chivu. Avanti, dopo tanto tempo, si rivede Milito con Eto'o alle spalle. A metà campo, assieme a Cambiasso ci sarà Stankovic, preferito a Thiago Motta. In porta torna Julio Cesar. Passa un minuto e la sfortuna sembra aver seguito l'Inter da Milano: durissimo intervento di Kim Song su Sneijder, che si tocca la coscia sinistra. L'olandese si rialza ma deve uscire dal campo. Pronto Thiago Motta che entra al posto dell'ex Real Madrid. Per lui un problema muscolare. Sembra nulla di grave per fortuna. Passano 100 secondi e Stankovic inaugura il mondiale nerazzurro con una stupenda incursione, sfruttando nella maniera migliore una palla appoggiata da Diego Milito: 1 a 0 Inter. Il Seongnam è una squadra fisica e prima Radoncic colpisce duro Lucio, poi Byung Kuk affossa Milito. L'arbitro Moreno fischia poco e i colpi subiti dai nerazzurri non sono leggeri. Al 21' contropiede dell'Inter iniziato da un ispirato Milito, ma Pandev non arriva in tempo sull'assist del Principe. I campioni d'Italia tengono basso il ritmo e Moratti in tribuna non è contento. Ma al 33' il Presidente può gioire: Milito pescato in profondità, con il tacco illumina per l'accorente Zanetti che d'esterno batte Jung, 2 a 0 e partita in ghiaccio. Bella gratificazione per il Capitano interista. La compagine coreana fa da sparring partner e al 37' Radoncic si affaccia dalle parti di Julio Cesar, ma il portiere brasiliano si disimpegna senza difficoltà. Ognenovski, già ammonito, colpisce spesso come un fabbro gli avversari ma l'arbitro non sembra vedere. Al 42' brivido per l'Inter: punizione per il Seongnam battuta da Molina, Julio Cesar esce a vuoto ma Cho colpito dal portiere manda a lato. Ognenovski protesta con l'arbitro Moreno chiedendo il penalty. Pessima la scelta di tempo scelta da Julio Cesar però. E' l'ultima emozione. Inter avanti due a zero contro il modesto Seongnam.

Gli impronunciabili coreani iniziano bene il secondo tempo e Sung Kuk si trova a tu per tu con Julio Cesar ma manda alto. I nerazzurri sono troppo passivi in questa prima parte di secondo tempo e Benitez in panchina si sbraccia. Troppi errori per l'Inter in questa fase e Pandev si fa notare come uno dei peggiori in campo. Al 60' Jae Sung salva il terzo gol anticipando Eto'o. Passano 5 minuti e Jae Cheol con un tiro insidioso fa la barba alla traversa. Il ritmo è molto basso e l'Inter amministra il vantaggio senza molti patemi. Nonostante una manovra non brillantissima, la squadra di Benitez riesce comunque a tenere in pugno la gara. Al 74' l'Inter chiude i giochi e stacca il biglietto per la finale: azione orchestrata da Stankovic che vede col terzo occhio Eto'o sulla sinistra: il camerunense tira su Jung, ma Milito è appostato e trafigge il Seongnam per la terza volta. Passano due minuti e gli indomiti coreani sfiorano il gol della bandiera con Ognenovski su punizione che trova la deviazione un po' così di Julio Cesar, poi Radoncic solissimo manda fuori. Benitez fa respirare il Principe e Chivu, al loro posto Muntari e Santon.  Il Seongnam cerca la rete della bandiera, soprattutto contando sul dinamismo di Radoncic ma non arriva il gol. I minuti passano e le emozioni finiscono qui. L'Inter schianta il Seongnam e ora in finale troverà la sorpresa Mazembe sabato prossimo.

TOP
DIEGO MILITO 7,5 : Il Principe è tornato e si vede. Due assist e un gol. Sempre decisivo quando conta

FLOP

GORAN PANDEV 5: Inconcludente, spaesato e indisciplinato. Sbaglia troppo

 

TABELLINO



Seongnam (4-1-4-1): Jung; Ko, Ognenovski, Cho, Choi (23' st Song), Cho, Radoncic, Molina, Kim S., Hong, Jo (23' st Jeong). A disp.: Kang, Yun, Cheon, Namkung, Kim J., Jang, Park, Yong. All.: Shin
Inter (4-2-3-1): Julio Cesar; Zanetti, Lucio, Cordoba, Chivu (34' st Santon); Stankovic, Cambiasso; Pandev, Sneijder (1' st Thiago Motta), Eto'o; Milito (31' st Muntari). A disp.: Castellazzi, Orlandoni, Materazzi, Maicon, Mariga, Biabiany, Alibec, Benedetti, Nwanko. All.: Benitez

Arbitro: Moreno (Pan)

Marcatori: 3' Stankovic, 32' Zanetti; 28' st Milito

Ammoniti: Ognenovski (S)

Espulsi: -

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finale Mondiale: 3 a 0 al modesto Seongnam

MilanoToday è in caricamento