Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Caso Kakà: ignoti imbrattano via Turati. E Pato resta

Nella notte sui muri della storica sede di Via Turati è apparsa una scritta che recita "Il Milan è nostro". Intanto Galliani ha confermato stamattina che Pato resta in rossonero e che se Kakà dovesse lasciare "arriverà un altro grande campione"

Dopo le proteste di ieri sotto la storica sede del Milan, per la possibile dipartita del campione brasiliano, nella notte è apparsa una scritta.

Sui muri esterni della sede di Via Turati, con la vernice rossa, ignoti hanno scritto "Il Milan è nostro".

Intanto Adriano Galliani questa mattina ha cercato di tranquillizzare i tifosi dichiarando che “se dovesse partire Kakà arriverà un altro grande campione, e la vità continuerà”. Sarebbe la prima volta nella sua storia, che il club rossonero cede un giocatore per soldi.

Per quanto riguarda invece la vicenda Pato, inseguito dal Chelsea, Galliani ribadisce il no del presidente Berlusconi: il giovane brasiliano continuerà a vestire la maglia del Milan.

Aggiornato alle 14,26 del 4 giugno

Silvio Berlusconi, presidente del Milan oltre che Presidente del Consiglio, ha annunciato ai tifosi rossoneri che lunedì incontrerà Kakà, il fantasista brasiliano ormai da settimane al centro di speculazioni sulla sua permanenza o meno a Milano.

Berlusconi ha sottolineato che dopo aver incontrato il campione “renderemo pubblica la decisione se continuerà a giocare per il Milan”. Per quanto riguarda un possibile aumento di stipendio per trattenere il trequartista, il Presidente ha precisato che “un aumento dello stipendio a Kakà comporterebbe per giustizia un aumento a tutta la rosa, e questo il Milan non se lo può permettere”.

Nel frattempo il Chelsea ha smentito qualsiasi interesse per il giocatore brasiliano: ieri la stampa spagnola parlava di un’offerta di Abramovich e soci di oltre 80 milioni di euro. In una nota la società inglese specifica: “Non abbiamo mai fatto un’offerta e non ne esiste una di livello così straordinario”.

Per quanto riguarda invece il possibile passaggio in Premier League coi Blues di Pato, Berlusconi è categorico “Assolutamente no”, nonostante nel pomeriggio l’agente del giovane avesse lasciato intendere che ci poteva essere questa possibilità.

La Curva Sud è in agitazione e promette proteste. Già ieri pomeriggio un gruppo di una trentina di tifosi ha manifestato contro la società, sotto la sede del Milan in Via Turati.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Kakà: ignoti imbrattano via Turati. E Pato resta

MilanoToday è in caricamento