Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Milan, che 'botta': squalificati Gattuso, Kessie, Calabria, Romagnoli (e anche il medico)

I giocatori, il tecnico e il medico dovranno scontare la squalifica in serie A. Le motivazioni

Oltre il danno, la beffa. Ha un conto salatissimo per il Milan la finale di Supercoppa italiana, giocata - e persa - mercoledì sera a Gedda contro la Juve, spinta dal gol del solito Cristiano Ronaldo. I rossoneri, tra ammonizioni ed espulsioni, nel prossimo turno di serie A - trasferta lunedì a Genova - dovranno fare a meno di tre giocatori, l'allenatore e addirittura del medico. 

Il giudice Gerardo Mastranedrea ha infatti squalificato Kessie, che era stato espulso, Romagnoli e Calabria - entrambi ammoniti durante i novanta minuti -, Gattuso e Mario Brozzi. 

Il centrocampista ivoriano sconterà una giornata di squalifica per - si legge nel comunicato - "essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco". Stessa sorte per il difensore capitano, che deve anche pagare una multa di 1.500 euro - per "proteste nei confronti degli ufficiali di gara", con "sanzione aggravata perché capitano della squadra".

Gattuso, invece, non potrà sedere in panchina a Marassi contro il Genoa perché "al termine della gara, con fare minaccioso, in prossimità del direttore di gara, contestava urlando una sua decisione, nonché per avere successivamente, in attesa della premiazione, rivolto all'arbitro parole offensive ed insinuanti". Offese e insinuazioni che gli costeranno anche 15mila euro di multa.  

Squalifica a tempo - fino al 4 febbraio - per il medico sociale Mario Brozzi, che - scrive il giudice - "con fare arrogante e dispregiativo, rivolgendosi a un proprio calciatore, proferiva, percepito dal direttore di gara, parole  gravemente offensive ed insinuanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milan, che 'botta': squalificati Gattuso, Kessie, Calabria, Romagnoli (e anche il medico)

MilanoToday è in caricamento