rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Sport

Inter-Lazio 1 a 0: i nerazzurri a +8 punti dalle insegutrici

Meno otto. Non è la temperatura di Milano, anche se poco ci manca, ma è il distacco dell’Inter dalla seconda in classifica (il Milan che deve recuperare la partita di Firenze), che ha sconfitto ieri 1 a 0 la Lazio di Ballardini

Meno otto. Non è la temperatura di Milano, anche se poco ci manca, ma è il distacco dell’Inter dalla seconda in classifica (il Milan che deve recuperare la partita di Firenze). E anche se Mourinho butta acqua sul fuoco, sembra che anche questo campionato si debba tingere di nerazzurro.

L’Inter supera la Lazio uno a zero, Eto’o si congeda segnando il gol della vittoria e adesso può godersi vacanze e poi Coppa d’Africa. Una partita giocata nel freddissimo Meazza con i nerazzurri che hanno controllato una partita sbloccata subito e dove hanno corso pochi rischi. La Lazio ha fatto il suo ma senza Zarate è mancata nella fase offensiva.

Lo Special One ripresenta il rombo: Balotelli siede in panchina e Stankovic si piazza dietro Eto’o e Milito. Il camerunense trova la rete decisiva dopo pochi minuti quando Stankovic se ne va sulla fascia e crossa.

Al secondo tentativo Eto’o, dopo una prima splendida parata di Muslera, firma l’ottava rete in campionato. il più pericoloso della Lazio si mostra Kolarov con il suo temibile sinistro che Julio Cesar disinnesca un paio di volte. La partita, però, non offre grandi spunti e un bello spettacolo soprattutto per colpa di un terreno rovinato dal gelo.

Il pubblico non può esaltarsi ma può esultare al triplice fischio che significa un’altra fondamentale vittoria per l’Inter che prova la fuga. Mourinho finalmente appare rilassato anche se spegne facili entusiasmi: “Il campionato non è per niente finito, ci sono ancora Milan, Juve e Roma che possono rientrare nel giro. Sulla partita odierna non posso che essere soddisfatto, abbiamo rischiato pochissimo e vinto una partita importante”.

Poi il tecnico portoghese spazia su diversi temi, inevitabile il sorteggio di Champions: “Dobbiamo pensarci quando saremo vicini a quella data, adesso il Chelsea è lontano. Io sono convinto che loro non hanno paura di noi come viceversa. Sarà una sfida bellissima”. E infine un augurio: “Sono sicuro che Mancini farà un’esperienza fantastica in Premier League, in bocca al lupo”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Lazio 1 a 0: i nerazzurri a +8 punti dalle insegutrici

MilanoToday è in caricamento