Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Zonca al PD: «Modello precedente è stato sconfitto, ora lavoriamo per il bene della città»

Dalla giunta comunale di Cinisello, nonostante le tante polemiche tra maggioranza e opposizione (culminate nello "stop al dialogo" leghista nei confronti del PD), arriva una mano tesa verso i dem da parte dell'assessore all'urbanistica Enrico Zonca che si veste da paciere

Dalla giunta comunale di Cinisello Balsamo, nonostante le tante polemiche (dai toni accesi negli ultimi tempi) tra maggioranza e opposizione (culminate nello "stop al dialogo" leghista nei confronti del PD), arriva una mano tesa verso i dem da parte dell'assessore all'urbanistica Enrico Zonca (che rappresenta la lista civica "Cittadini Insieme") che si veste da paciere.

Questa la riflessione di Zonca: «Pensare al bene di Cinisello Balsamo prima del bene del proprio partito, o addirittura del proprio e basta. Sembra un'ovvietà, invece è necessario ricordarlo a tutti, poiché spesso si avverte la tendenza a trasferire a Cinisello Balsamo temi di natura nazionale, con il solo obiettivo di denigrare chi ora governa o a enfatizzare questo o quel partito, senza proposte concrete, perché ormai sono anacronistiche».

Prosegue l'assessore: «So bene cosa significhi fare opposizione a Cinisello Balsamo. Per anni mi sono opposto a un modello di città orientato a favorire uno sviluppo cittadino di basso livello, senza una politica di sviluppo industriale, senza un interesse vero alla qualità della vita dei cittadini, senza una visione del futuro poiché c'erano continuamente "emergenze", da quella abitativa, a quella del trasporto pubblico, a quella dell'emarginazione, fino a quella dell'immigrazione».

Ancora Zonca: «Ci si è limitati a illudere le persone che sarebbe bastato dar loro una casa, un minimo di verde e qualche evento pubblico gratuito per migliorare in complesso la vita dei cittadini e ottenere il loro consenso. Per decenni ha funzionato. Le soluzioni un po' arraffazzonate sulla pianificazione urbanistica sono un esempio di tutto questo».

L'assessore va giù duro poi col PD: «Esempi di questa concezione sono il Palazzetto dello Sport in pieno centro cittadino, la mancata pianificazione di un parcheggio sotterraneo in piazza Gramsci, la totale mancanza di pianificazione urbanistica di Crocetta, il grave errore di piazza Soncino, l'abbattimento indiscriminato di ville storiche, la totale uniformità architettonica in tutta la città, un Piano di Governo del Territorio che di fatto ha bloccato Cinisello Balsamo mentre Milano riqualificava interi quartieri, un risultato pari a zero per l'indotto Expo 2015 e potrei andare avanti per ore».

Dopo lo "schiaffo" porge l'altra guancia però: «Adesso è arrivato il momento della vera pianificazione urbanistica, basata su ciò che sarà la nostra città tra 10 anni. Abbiamo enormi potenzialità. Siamo la terza città di Città Metropolitana, facciamoci valere. Piaccia o meno, quel modello è stato sconfitto e occorre dare spazio a nuove idee per il futuro di Cinisello Balsamo. Confrontiamoci su proposte di riqualificazione dell'ex Copacabana, sull'ex acciaieria su Viale Fulvio Testi, sull'ex-Kantal, su piazzale Labriola, sulla M5, sulla 31. Su questi temi, non se Salvini ha la felpa o la divisa».

Infine l'appello alle opposizioni: «Meno meme su Salvini o Ghilardi e più idee, più proposte, meglio se condivise per Cinisello Balsamo. Solo così si potrà fare il bene per la nostra città».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zonca al PD: «Modello precedente è stato sconfitto, ora lavoriamo per il bene della città»

MilanoToday è in caricamento