Sabato, 24 Luglio 2021
Cinisello Balsamo

La cinisellese Chiara Bozzi inventa il gioco da tavola "Archeologia - Alla scoperta dei reperti"

L'archeologa cinisellese Chiara Bozzi ha inventato il gioco da tavola dedicato a bambini dai 5 ai 10 anni "Archeologia", prodotto dalla casa editrice Headu: «L'ho creato con mia madre per fare divertire i bimbi e fargli conoscere reperti e civiltà antiche»

Chiara Bozzi e sua madre con il gioco in scatola "Archeologia"

Una cinisellese come inventrice di un gioco da tavola. Stiamo parlando dell'archeologa Chiara Bozzi che ha inventato "Archeologia - Il gioco alla scoperta dei reperti", prodotto dalla casa editrice Headu.

Il gioco, dedicato a bambini tra i cinque e i dieci anni, è "Made in Italy" e punta tutto, come si può capire dal nome, sull'archeologia. 

I bambini giocando scopriranno come è fatto un sito archeologico, conosceranno le tecniche di scavo, classificheranno i reperti come un vero archeologo, scopriranno la struttura a strati di uno scavo e sfideranno altri bambini in un’avventurosa caccia ai tesori del passato.

A presentare il gioco ci pensa la stessa Chiara che da archeologa ha messo le sue conoscenze nella realizzazione del gioco in scatola: «Mia mamma è la persona che mi ha insegnato a giocare. E sempre per merito suo mi sono appassionata all'archeologia e alla storia antica, fino a trasformare questo interesse nel mio lavoro. Insieme abbiamo creato un gioco che parla di archeologia, per far divertire altri bambini e far loro scoprire reperti e civiltà antiche».

A fare da testimonial per Chiara è l'ex assessore alla cultura Andrea Catania (ora capogruppo in consiglio comunale per il PD): «Ho conosciuto Chiara mentre facevo l’assessore: una donna che non è solo riuscita a fare della sua passione, l’archeologia, la sua professione ma che ha anche sempre mostrato grande interesse per la storia cinisellese e l’educazione dei più piccoli (qualcuno forse ricorda le attività che ha svolto in Villa Ghirlanda o a Sant’Eusebio)».

Poi termina: «Ora insieme a sua madre ha creato un gioco rivolto proprio ai bambini, per farli divertire scoprendo reperti e civiltà antiche! Una bella idea! Lo trovate già in vendita. Se avete domande o curiosità scrivetele».

Il gioco è costituito da un tabellone raffigurante il parco archeologico in 3D, da 12 unità stratigrafiche a puzzle, da 12 carte reperto, da 1 dado, da 1 mazzo da 55 carte delle domande e da 1 plancia linea del tempo a puzzle.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cinisellese Chiara Bozzi inventa il gioco da tavola "Archeologia - Alla scoperta dei reperti"

MilanoToday è in caricamento