Giovedì, 13 Maggio 2021
Cinisello Balsamo Via Frova

Salvataggio MuFoCo, ultimo giorno per la raccolta firme online

Mercoledì 4 dicembre è l'ultimo giorno utile per firmare l'appello a sostegno del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo. Chi vuole firmare deve affrettarsi prima che si chiuda

Il MuFoCo in Villa Ghirlanda

Mercoledì 4 dicembre è l'ultimo giorno utile per firmare l’appello a sostegno del Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo.

L’appello chiede al ministro per i Beni Culturali Massimo Bray che il museo venga riconosciuto come nazionale, al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e al sindaco di Milano Giuliano Pisapia che venga individuato uno spazio milanese in occasione di Expo 2015.

La raccolta firme è stata lanciata dagli Amici del Museo di Fotografia Contemporanea e si trova on line sul sito www.vivamufoco.it In pochi giorni ha già superato le 6.700 firme (tra cui quella autorevolissima di Dario Fo).

Il Museo di Fotografia Contemporanea è l'unico museo pubblico dedicato alla fotografia esistente in Italia e conserva un patrimonio di 2 milioni di immagini, con 28 fondi fotografici, oltre 600 autori italiani e stranieri, una biblioteca di 20 mila volumi e riviste.

Questo l'appello: «Chiediamo al ministro Massimo Bray, e al sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni, di prendere in considerazione la possibilità di dichiararlo Museo Nazionale: il Museo di Fotografia Contemporanea è l'unica istituzione italiana titolata a ricevere questo riconoscimento previsto dalla legislazione vigente” si legge nell’appello lanciato dagli Amici del MuFoCo».

Continua l'appello: «Chiediamo anche al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni un sostegno significativo:  tre importanti fondi fotografici e un fondo librario di proprietà o competenza della Regione Lombardia fanno parte del patrimonio del Museo, che da anni li custodisce e li valorizza" proseguono gli Amici».  

L'appello prosegue con la richiesta al sindaco di Milano Giuliano Pisapia di una sede milanese in vista di Expo 2015 : «Crediamo infine che un'istituzione così importante necessiti, accanto alla sede cinesellese di Villa Ghirlanda dove è conservato il patrimonio, di una sede espositiva più ampia e più facilmente raggiungibile dal pubblico, situata nella città di Milano, oggi del tutto priva di uno spazio interamente dedicato alla fotografia».

E termina: «Sarà estremamente importante, anzi necessario, che la città disponga di uno spazio dedicato alla fotografia, grande arte della contemporaneità,in occasione dell’EXPO 2015».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvataggio MuFoCo, ultimo giorno per la raccolta firme online

MilanoToday è in caricamento