menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Angelo Sacchi: «Non c'è rispetto neanche per lo sport giovanile»

Duro, arriva il commento alla vile rapina di lunedì 2 settembre ai danni di un volontario della Serenissima, da parte del vice presidente della società di calcio Angelo Sacchi: «Siamo sconvolti, in 24 anni mai nulla di simile»

Duro, arriva il commento alla vile rapina di lunedì 2 settembre ai danni di un volontario della Serenissima, da parte del vice presidente della società di calcio Angelo Sacchi.

Ancora scosso dall'accaduto, commenta l'accaduto a Il Giorno: «Siamo sconvolti: in 24 anni (tanti sono gli anni del Memorial Gaetano Scirea) di manifestazione non era mai accaduto niente del genere».

Il sospetto del vice presidente è che ci deve essere stato un basista, ovvero qualcuno che è stato presente al Memorial nei giorni precedenti per tenere d'occhio lo spostamento del denaro degli incassi (biglietteria e bar): «Qualcuno deve averci controllati e seguiti da giorni».

L'aggredito, un volontario della Serenissima residente a Cusano Milanino (proprio sotto la sua abitazione è scattato l'agguato) è stato prontamente curato al Pronto Soccorso dell'ospedale Niguarda di Milano.

Episodi del genere ti segnano e il vice presidente Sacchi sa che qualcosa dovrà cambiare nell'organizzazione: «Prenderemo tutte le precauzioni del caso, ma evidentemente non hanno rispetto (rivolto ai rapinatori, ndr) nemmeno per lo sport giovanile».

Il Memorial Scirea comunque continua e stasera ci sono altre interessanti partite (che dureranno fino alla finalissima di domenica sera).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento