rotate-mobile
Segrate Segrate / Viale Marche

Paolo Micheli presenta la nuova giunta "giovane e in rosa"

Eletto a sindaco, Paolo Micheli presenta alla città di Segrate la nuova giunta comunale. Fra le novità una buona presenza femminile e gli Assessori di quartiere

Lunedì 22 giugno, ad appena una settimana di distanza dalle elezioni che hanno riportato dopo vent'anni ad un governo di centrosinistra, il neo sindaco Paolo Micheli nomina la sua giunta formata da 7 assessori, tutti segratesi. 

Il primo cittadino si dice fiero del team creato e commenta: "E' una giunta giovane, come promesso in campagna elettorale, forse la più giovane al governo della città; una giunta in rosa che vanta tre assessori donne". E continua: "E' formata da collaboratori con competenze e passioni straordinarie, indiscutibile valore aggiunto. Una giunta di persone che vogliono bene a Segrate".

Particolare anche la scelta di nominare 7 assessori. La volontà alla base è quella di "coprire" ognuno dei sette quartieri della città con un assessore che funge da riferimento per i cittadini. 

Vediamoli nel dettaglio:

- Manuela Mongili (41 anni): avvocato civile e penale. Vicedindaco e assessore a Casa e famiglia, Servizi demografici, Servizi generali e Ufficio Legale; Protezione civile e Cooperazione Internazionale. Sarà riferimento diretto per il quartiere di Segrate Centro.

- Francesco Di Chio (29 anni): coordinatore regionale delle attività dell'Unione Sportiva ACLI, ente di promozione dello sport è il nuovo assessore allo Sport e al Commercio, Servizi cimiteriali, Servizi e relazioni con il Cittadino. Sarà interlocutore diretto dei residenti di Novegro e Tregarezzo.

?- Luca Stanca (48 anni): professore di Economia politica all'Università di Milano Bicocca e commercialista è assessore al Bilancio; Patrimoni e tributi, partecipazioni e Partecipate, Personale. Sarà il riferimento per Milano2.

Viviana Mazzei (49 anni), presidente del Gruppo di Acquisto Solidale (GAS) di Segrate, esperta di Comunicazione e artefice di una start up innovativa, è assessore alla Qualità della vita e allo Sviluppo Economico; informatizzazione, new media e nuove tecnologie, associazioni, benessere, salute, integrazione socio-sanitaria, cittadinanza attiva, mobilità. Seguirà i quartieri di Lavanderie e Redecesio.

- Gianluca Poldi (44 anni) è professore universitario all'Università di bergamo e di Urbino ed è assessore alla Cultura, alle Politiche giovanili, a Scuola e Istruzione, Eventi, Agricoltura, Rapporti con l’Università e la Ricerca e Marketing. Sarà il referente per il Villaggio Ambrosiano e Rovagnasco.

- Roberto De Lotto (44 anni), professore universitario di Urbanistica e consulente di pianificazione territoriale e strategia dello sviluppo del territorio, è l’assessore al Territorio e alla Progettazione Urbana, con deleghe al PGT, Urbanistica, Edilizia Privata, Demanio, Lavori pubblici. A lui si affidano i quartieri di Segrate Village e della Boffalora.

- Santina Bosco (63 anni) è assessore ai Servizi alla Persona e all’Ambiente. Laureata in Scienze Biologiche è dirigente di una multinazionale. Sue anche le deleghe alle Politiche Sociali, Pari Opportunità, Terza Età, Segrate Servizi. A lei viene affidato il quartiere di San Felice. 

Il sindaco lascia per sè le deleghe importanti alla Città Metropolitana, all'Innovazione, alla Semplificazione amministrativa, alla Trasparenza, alla Comunicazione, alla legalità, al Centro Westfield, alla Partecipazione, ai Rapporti istituzionali, alla Sicurezza e alla Polizia locale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Micheli presenta la nuova giunta "giovane e in rosa"

MilanoToday è in caricamento