Liceo Agnesi: ripristinato il murale per Franca Rame sfregiato

Il ripristino martedì 12 febbraio

Foto da Milano in Movimento

E' stato ripristinato il murale dedicato a Franca Rame al Liceo Agnesi di via Bazzi, sfregiato la settimana scorsa coprendo il volto dell'attrice con vernice bianca e disseminando il muro di scritte fasciste e croci celtiche.

Il murale era stato realizzato nel 2013, l'anno in cui l'attrice morì a Milano. La notizia dello sfregio era stata diffusa da Fabio Traù, ex dirigente dell'associazione dei genitori, con un commento emblematico: "Stuprata dai fascisti da viva. Oggi anche da morta", in riferimento alla violenza sessuale subita dalla Rame da parte di alcuni estremisti di destra. 

L'iniziativa di ripristino del murale è stata messa in atto dal "Kollettivo Indipendente Agnesi" e da altri collettivi di giovani milanesi, con l'autorizzazione della dirigenza scolastica. 

Una settimana fa qualcuno, nella notte, l'aveva sfregiato, cancellando il volto dell'attrice disegnato poco dopo la sua morte e aggiungendo croci celtiche sui muri. Ma adesso il murale dedicato a Franca Rame sui muri del liceo Agnesi di Milano è tornato. Il Kollettivo indipendente Agnesi - con l'autorizzazione della scuola - ha ridipinto il murale che era stato realizzato nel 2013

ono entrati nottetempo al liceo Agnesi, in zona Tibaldi, e hanno imbrattato il murales dedicato a Franca Rame, vandalizzandolo. Lo riferisce su Facebook un ex dirigente dell'associazione dei genitori della scuola, Fabio Traù. I vandali, al momento ignoti, hanno coperto il volto dell'attrice con vernice bianca.

E non è tutto: sull'effigie è stata anche disegnata una croce celtica, noto simbolo di stampo neofascista. Il murales era stato realizzato nel 2013,. Secondo quanto ricorda Traù, insieme al volto della Rame vi erano scritte contro il fascismo e il sessismo nelle scuole. "Dario Fo, che portai a vedere il murales, si commosse e ricordò proprio quanto quel messaggio fosse pertinente al volere della sua compagna", scrive Traù.

All'inizio del post viene ricordato l'episodio di violenza sessuale subita da Rame da parte di alcuni estremisti di destra: "Franca stuprata dai fascisti da viva. Oggi anche da morta". L'intenzione è ora quella di ripristinare il murales così com'era. 

Giovedí mattina recandoci a scuola ci siamo trovati innanzi all'atto infame commesso da codardi fascisti.
Numerosi sono stati gli sfregi ai murales che decorano la facciata della succursale, attacchi fisici e ideologici a valori universali come la parità di genere e l'antifascismo.
Il pugno di lotta femminista è stato coperto per esser sostituito da una croce celtica, "fuori i fascismi dalle scuole" è stato sostituito da "fuori i compagni dalle scuole", il volto di Franca Rame, donna di cultura e simbolo di lotta per i diritti delle donne, vittima di uno stupro proprio da parte di un manipolo di fascisti è stato coperto insieme al cuore che arde, il noto logo del K.I.A.

Non ci siamo fatti intimorire e data la molta solidarietà ricevuta e le numerose proposte da writers e artisti di rifare il murales, come promesso, questo MARTEDÌ daremo un nuovo volto all'agnesi.

Vi aspettiamo davanti alla succursale della nostra scuola alle 14 per un pranzo autogestito in compagnia.


NON SPEGNI IL SOLE SE GLI SPARI ADDOSSO! 
Dimostriamoglielo tutt* insieme!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È invitata l'intera componente scolastica ed invitiamo tutti i collettivi e coordinamenti di Milano a partecipare!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: lockdown totale per Milano e la Lombardia? Fontana smentisce

  • Anche a Milano esplode la rabbia, rivolta anti Dpcm: molotov, bombe e assalto alla regione

  • Follia a Il Centro di Arese, fratelli aggrediscono i carabinieri: "Infame, adesso ti taglio la gola"

  • Lockdown a Milano? Lunedì si decide il futuro della Lombardia. Ecco la situazione

  • Lombardia, nuova ordinanza: confermato il coprifuoco, recepite le regole del Dpcm

  • Bollettino coronavirus: 5mila contagi in Lombardia, boom di ricoveri. Ecco la situazione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento