menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapertura Navigli, Scavuzzo: "Non abbandoniamo idea, ma servono risorse"

La vice sindaco di Milano è tornata a parlare della riapertura dei Navigli meneghini

Il Comune di Milano non intende abbandonare il progetto di riapertura dei Navigli. Lo ha detto Anna Scavuzzo, vice sindaco di Milano, intervenendo giovedì 25 febbraio a un evento online sulle sfide delle città del nord Italia post-Covid. L'esponente milanese del Pd ha aggiunto che bisogna "fare i conti con una realtà concreta: di infrastrutture verdi e blu abbiamo molto bisogno", ma ha anche precisato che occorrono alcune condizioni per poter parlare di riapertura del sistema milanese dei Navigli.

"Dovrebbe esserci un intervento complessivo non solo della città, ma di chi pensa che questo possa essere un vantaggio per tutti. Quando si promuovono dei progetti di mobilità non deve essere solo la città ad avere a cuore quel progetto ma si deve riuscire a convergere gli interessi di molti, penso a un interesse regionale, governativo, ma i fondi a disposizione potrebbero provenire anche da una programmazione europea, in un percorso che vada a cambiare il volto della città".

Riapertura Navigli: "Perché nessuno ne parla?"

Per riaprire realmente i Navigli, è stato calcolato che vi sia bisogno di almeno 400 milioni di euro. Denaro che le casse di Palazzo Marino, da sole, non potrebbero assicurare. Anche per questo, prima della pandemia Covid, il sindaco Beppe Sala era andato a Bruxelles per parlare con la Commissione europea. I fondi europei potrebbero essere trovati, a patto di progettare la riapertura completa e rendere i Navigli navigabili in un'ottica di mobilità alternativa. 

"Milano città d'acqua - ha concluso Scavuzzo - non è solo una suggestione. Ma convivere coon una presenza d'acqua così importante al posto dell'asfalto non è così semplice. Il compito di un amministratore è pianificare quello che è necessario, dalla pulizia delle acque alla gestione alternativa della mobilità. Abbamo fatto alcuni pezzi del lavoro, ma credo che servirebbe un innesto di risorse particolarmente importante".

Nel mese di novembre del 2020, anche il sindaco Sala era tornato sulla riapertura dei Navigli: "Restano un sogno", aveva detto, aggiungendo che l'emergere della pandemia Covid aveva poi dirottato fondi e attenzione su altro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento