Attualità

Volti noti di imprenditoria, politica e sport nel Duomo di Milano per il funerale di Squinzi

Il patron della Mapei era scomparso mercoledì 2 ottobre a 76 anni

Il mondo dell'imprenditoria, della politica e dello sport si è raccolto nel Duomo di Milano lunedì 7 ottobre per dare l'ultimo saluto a Giorgio Squinzi, amministratore unico della Mapei, presidente del Sassuolo e ex numero uno di Confindustri, scomparso mercoledì 2 ottobre a 76 anni.

A celebrare la funzione, in un Duomo gremito, Erminio De Scalzi, vescovo ausiliare di Milano, che ha portato i saluti dell'arcivescovo Mario Delpini. L'omelia, invece, è stata pronunciata dall'Arciprete del Duomo, monsignor Gianantonio Borgonovo. Presente alla cerimonia anche Don Mazzi.

Sono tante le persone che si sono raccolte nella cattedrale per stare accanto alla moglie Adriana e ai figli Marco e Veronica, già da tempo impegnati nella Mapei. Presente alla funzione il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, l'ex numero uno dell'associazione degli industriali Emma Marcegaglia e Fedele Confalonieri. E poi il numero uno di Assolombarda Carlo Bonomi, l'Ad del gruppo Pirelli Marco Tronchetti Provera e l'ex presidente dell'Inter Ernesto Pellegrini. 

Presente anche il mondo della politica con il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, l'ex primo ministro Romano Prodi, l'ex presidente della Camera Pierferdinando Casini, l'ex primo cittadino di Milano Gabriele Albertini, il sindaco di Sassuolo e i deputati Maurizio Martina, Ivan Scalfarotto e Mariastella Gelmini.

Del mondo dello sport c'era la squadra del Sassuolo con l'amministratore delegato Giovanni Carnevali e l'allenatore Roberto De Zerbi, l'ex capitano del Milan Franco Baresi, Kevin Prince Boateng e i ciclisti che hanno fatto grande la storica formazione Mapei.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volti noti di imprenditoria, politica e sport nel Duomo di Milano per il funerale di Squinzi

MilanoToday è in caricamento