rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Trenno / Via Novara

"Ci sono i bimbi, non si fuma". E presto sarà un obbligo

Sul modello di altre città italiane, anche Milano mette cartelli che avvisano i genitori a non fumare nelle aree dedicate ai più piccoli. E presto sarà ordinanza

"Questo è uno spazio dei bimbi! Vi invitiamo a non fumare (Grazie)". Il Comune ha posizionato gli avvisi in 70 parchi pubblici della città, centro e periferia, a partire dai giardini dedicati a Indro Montanelli, come riporta il Corsera. Già nel 2010 si era "sondato" l'umore dei milanesi sul divieto. 

"La campagna per la tutela dell'infanzia è entrata nella fase operativa. I messaggi, al momento, non hanno un valore prescrittivo: sono piuttosto una richiesta di cortesia, un richiamo al buon senso e un appello al senso di responsabilità", scrive via Solferino.

Il divieto assoluto (serio) scatterà a breve, tra settembre e ottobre, inserito prima nel documento di programmazione delle politiche sociali e approvato infine nella delibera che metterà al bando la sigaretta dalle aree bimbi.

"Il verificarsi di bronchiti in età infantile aumenta del 22 per cento in presenza di un genitore fumatore e sale al 62 per cento se fumano entrambi", spiega Sergio Harari, direttore dell'unità operativa di Pneumologia del San Giuseppe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ci sono i bimbi, non si fuma". E presto sarà un obbligo

MilanoToday è in caricamento