Cronaca Vanzaghello

Febbre del Nilo, altro contagio: uomo in coma

Si tratta di un ottantenne di Vanzaghello. L'anziano è ricoverato all'Humanitas in coma

Ancora West Nile. Un uomo di ottanta anni, residente a Vanzaghello, ha contratto il virus a metà agosto e si trova ricoverato in condizioni disperate all'Humanitas di Rozzano. 

L'anziano, il cui stato di salute era già compromesso, è nel reparto di rianimazione in coma. Stando a quanto appreso, i familiari lo avevano accompagnato in ospedale il 19 agosto una prima volta. Cinque giorni dopo, una nuova visita al pronto soccorso e il ricovero immediato: martedì, poi, la conferma del virus, veicolato soprattutto dalle zanzare. 

A Milano e provincia, per il momento, si sono contati cinque contagi: un 63enne milanese ricoverato al Policlinico - il cui stato di salute sarebbe tutto sommato buono -, un 80enne inverunese, ora all'ospedale di Legnano e in via di guarigione, un 50enne di Rho, un 74enne di Pregnana, il più grave tra i colpiti dal virus, e un uomo residente a Milano, che sarebbe stato contagiato nella zona del lago Malaspina a Pioltello. A Mantova, invece, una donna di 77 anni era morta a quindici giorni dal contagio

Per far fronte all'emergenza, il governatore di regione Lombardia, Attilio Fontana, aveva invitato tutti i sindaci a continuare nell'opera di disinfestazione per le zanzare, prima e più diffusa causa del contagio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Febbre del Nilo, altro contagio: uomo in coma

MilanoToday è in caricamento