menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ufficio oggetti rinvenuti in via Friuli

L'ufficio oggetti rinvenuti in via Friuli

Nuove tariffe per gli oggetti smarriti a Milano

Non si pagherà più in base al valore ma in base al tempo di custodia. Attenzione: vale sempre il principio della ricompensa a chi ha trovato l'oggetto

Cambieranno le tariffe per recuperare gli oggetti smarriti in comune. Lo ha annunciato l'assessore ai servizi civici Franco D'Alfonso, presentando una delibera di giunta in tal senso. L'obiettivo dell'amministrazione è quello di aumentare il numero di oggetti che vengono reclamati: nei primi tre mesi, circa il 30% di quelli depositati in via Friuli, nell'ufficio oggetti rinvenuti del comune di Milano.

La tariffa - secondo l'idea dell'assessore - non sarà più legata alla stima del valore del bene ma al tempo trascorso. L'obiettivo dichiarato da D'Alfonso è quello di arrivare a tre tariffe: una per chi ritira l'oggetto entro tre mesi, una per chi lo ritira entro un anno e una per chi lascia trascorrere più di un anno. "Vogliamo equiparare il costo del servizio all'effettiva prestazione di custodia", ha spiegato. Come dire: conservare per un mese un Rolex da 30mila euro o uno Swatch per il comune ha lo stesso costo.

E' bene comunque ricordare che il codice civile prevede una ricompensa per chi ha ritrovato l'oggetto (il depositante viene registrato in via Friuli), a prescindere dalle tariffe di custodia del comune. Secondo l'articolo 930, infatti, "il proprietario deve pagare a titolo di premio al ritrovatore, se questi lo richiede, il decimo della somma o del prezzo della cosa ritrovata", oppure il ventesimo se il valore eccede 5,16 euro (ma i giuristi ritengono obsoleta questa aggiunta del codice, data l'inflazione).

Ma quali sono gli oggetti maggiormente smarriti dai milanesi? Non (come si potrebbe pensare) gli ombrelli: solo 77 esemplari custoditi nei primi nove mesi del 2013. Facile però immaginare il perché: di solito chi trova un ombrello non lo porta in comune ma se lo tiene. Quasi 4mila i documenti, 2.300 i portafogli. 1.100 gli assegni, le carte di credito e tessere varie. E (tra l'altro) circa 200 paia di occhiali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento