Sabato, 16 Ottobre 2021
Economia

Esselunga, eredi Caprotti pronti alla vendita delle quote alla seconda moglie e alla figlia Marina

Parte l'iter per stabilire il prezzo delle quote della società fondata da Bernardo Caprotti

È entrato nel vivo il riassetto di Esselunga e della sua holding Supermarkets Italiani. Violetta e Giuseppe, i figli del primo matrimonio del fondatore Bernardo Caprotti scomparso nel 2016, hanno scelto i consulenti per valutare la catena di supermercati e in particolare il valore della quota del 30% in loro possesso. 

La società dovrebbe restare nelle mani della famiglia Caprotti: il 30% della società, in base a un accordo quadro del 2017, dovrebbe essere acquistato dalla seconda moglie del Signor Esselunga, Giuliana Albera, e dalla figlia Marina, che attualmente hanno il 70% della holing Supermarkets Italiani. Secondo quanto si è appreso, Violetta ha scelto Mediobanca come advisor, Giuseppe si è affidato agli indipendenti Marco Lippi e Marco Costaguta.

Non c'è ancora un prezzo per le quote: il loro valore sarà determinato da tre "arbitri" indipendenti che verranno individuati nella seconda fase dell'operazione. Una volta individuati si inizierà a parlare di valutazione e secondo le stime più recenti la valutazione del gruppo Esselunga dovrebbe aggirarsi tra i 4 e i 4,5 miliardi di euro. Tradotto? Giuliana e Marino dovranno trovare 1,5 miliardi per acquistare il 30% della società. Non è escluso che una parte rilevante dell'acquisto verrà finanziata attraverso il ricorso al debito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esselunga, eredi Caprotti pronti alla vendita delle quote alla seconda moglie e alla figlia Marina

MilanoToday è in caricamento