rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cinisello Balsamo Cinisello Balsamo / Via XXV Aprile

Cinisello culla di talenti, i giovani raccontano le loro storie ai coetanei

Il sindaco Ghilardi annuncia: «In questo nuovo progetto saranno i giovani protagonisti e saranno loro a proporre le strategie migliori per far arrivare queste “storie” ai coetanei. Invito chiunque abbia delle idee a propormele»

Non finiscono mai di stupire i giovani ddi Cinisello Balsamo: ragazze e ragazzi che raggiungono risultati eccellenti nello studio (30 le borse di studio assegnate per meriti scolastici) e giovani che si distinguono in varie discipline sportive o nell'ambito musicale.

Li accumuna un unico sentimento, la passione per quello che fanno. In una delle scorse sere il sindaco Giacomo Ghilardi ha incontrato due fratelli legati, oltre che dal vincolo di sangue, anche dalla passione per il kitesurfing, uno sport che unisce il surf alla vela.

Gabriele (di anni 22) e Adriano, di anni 20, fin da giovanissimi sono appassionati di sport: praticano il calcio, il basket, poi verso gli undici anni arriva l'incontro con la vela e in seguito con il kitesurf.

Nel periodo estivo, al termine della scuola, i due ragazzi sono disposti a lavorare pur di continuare ad allenarsi sul lago di Garda; tanti sacrifici che hanno portato Adriano Gazzoli, nel 2021, sul podio nella prima fase dei campionati mondiali di kitesurf che si sono svolti in Francia a settembre.

Adriano ha spiegato al primo cittadino: «Mi piacerebbe far conoscere questo sport ai ragazzi della mia città. Lo sport è importantissimo, mi ha insegnato la disciplina, il duro lavoro necessario per raggiungere un traguardo e uno stile di vita sano».

Il sindaco Ghilardi ha raccontato loro che Cinisello Balsamo è ricca di giovani talenti: «In questi tre anni e mezzo di mandato ne ho conosciuti molti e ogni volta le loro storie mi emozionano e mi rendono orgoglioso della nostra città».

Poi ha proseguito: «Storie che meritano di essere conosciute perché voi siete un esempio per i coetanei. In prima persona sto pensando a un progetto che valorizzi queste esperienze e sostenga i giovani durante il loro percorso».

Ghilardi ha continuato: «È importante che nello stesso tempo voi siate ambasciatori di ciò che state vivendo, dei testimonial reali con cui confrontarsi e a cui fare riferimento. Sarebbe bello portare i vostri racconti di vita vissuta nelle scuole per mostrare ai ragazzi che impegnandosi e credendo in se stessi i sogni si possono realizzare».

Infine ha terminato: «In questo nuovo progetto saranno i giovani protagonisti e saranno loro a proporre le strategie migliori per far arrivare queste “storie” ai coetanei. Invito chiunque abbia delle idee da propormi a venire a trovarmi la mia porta è sempre aperta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinisello culla di talenti, i giovani raccontano le loro storie ai coetanei

MilanoToday è in caricamento