Cinisello BalsamoToday

Al via la manutezione del verde su Fulvio Testi Un mese di lavori e un progetto lungo 5 anni

Il sindaco di Cinisello Siria Trezzi: «Sarà un intervento innovativo e sperimentale, della durata di 5 anni e con uno stanziamento di oltre 900.000 euro da parte dell'amministrazione comunale con gli obiettivi di messa in sicurezza e riqualificazione del verde»

Viale Fulvio Testi sarà oggetto di un mese di lavori per il verde pubblico

«Dal giorno 14 marzo, in relazione alle operazioni di potatura e regolazione del verde, sarà necessario procedere al restringimento della carreggiata della Strada Provinciale 5 "Villa di Monza" lungo viale Fulvio Testi, in prossimità della intersezione con via Clerici/Carducci SP 199 e l'intersezione con via Ferri/Giovagnoli».

Recita così il comunicato che arriva dalla Città Metropolitana di Milano che sancisce il tanto atteso taglio del verde lungo le carreggiate di viale Fulvio Testi. Ciò comporterà inevitabili disagi perché, per circa un mese, gli operatori del verde saranno impegnati lungo il viale.

Queste le indicazioni più importanti per la viabilità:

  1. Da lunedì al sabato, dalle ore 9:30 alle ore 16, verranno svolti i lavori lungo la carreggiata nord, da Monza verso Milano;
  2. dalle ore 9 alle ore 16 lavori lungo la carreggiata sud, da Milano verso Monza.
  3. Alla domenica verranno svolti i lavori dalle ore 8 alle ore 13 in entrambe le direzioni.

​La conclusione dei lavori è prevista entro la fine di marzo. Oltre al primo intervento seguirà, a partire dal 19 marzo, la seconda fase delle potature dei platani tra l'intersezione tra via Ferri/Giovagnoli e via Cantù a cura di ERSAF lungo la SP 5.

L'avvio dell'attività da parte di ERSAF segna anche l'inizio di una nuova fase che supera le semplici logiche manutentive ed entra in una nuova dimensione di riqualificazione completa della zona a verde compresa tra le carreggiate.

Una volta terminata, entro la metà di aprile, la messa in sicurezza dei platani, l'area centrale di viale Fulvio Testi, verificato il buono stato fitosanitario (assenza del cancro colorato del platano), sarà riallestita con varie essenze autoctone certificate, appositamente selezionate mediante caratteristiche tecniche atte a perseguire obiettivi ambiziosi.

Lo scopo infatti di questo intervento è di individuare la struttura d'impianto in grado di massimizzare l'assorbimento di inquinanti come PM2,5, PM10, Ozono e Ossidi di Azoto.

Così il sindaco di Cinisello Balsamo Siria Trezzi: «Un intervento dal carattere innovativo e sperimentale, della durata di cinque anni e con uno stanziamento di oltre 900.000 euro da parte dell'amministrazione comunale che ha un duplice l'obiettivo: mettere in sicurezza un tratto di strada tra i più trafficati della Lombardia e nello stesso tempo riqualificare il verde in modo funzionale al contesto urbano per migliorarne la qualità ambientale».

Aggiunge la vice sindaca della Città Metropolitana Arianna Censi: «Per il nostro ente la SP 5 Villa di Monza è un'infrastruttura di notevole importanza; ritengo che l'innovativo accordo con Ersaf sia un segnale molto positivo in termini di sensibilità ambientale perché porterà dei risvolti importanti anche per la salute dei cittadini».

Inoltre i tecnici stanno studiando un'adeguata architettura ambientale che permetta di razionalizzare i futuri costi di manutenzione e garantire la valenza paesaggistica dell'opera affinché possa presentare colori e fioriture stagionali.

Il progetto si svilupperà continuativamente nei prossimi cinque anni, periodo in cui verrà svolto il monitoraggio delle sostanze inquinanti e del loro livello di abbattimento correlato all'intervento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiude Elisabetta Parravicini, presidente di ERSAF: «Abbattimento degli inquinanti, qualificazione dell'ambiente, riduzione dei costi di manutenzione e connessioni ecologiche. Sono gli obiettivi che si pone questa sperimentazione, avviata in collaborazione con la Città Metropolitana, il suo esito darà ad ERSAF e agli altri soggetti gestori di strade la possibilità di imboccare una via decisamente nuova in tema di manutenzione stradale e di qualità dell'ambiente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento