menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Inizia il Ramadan, manca un centro islamico a norma

Inizia il Ramadan, manca un centro islamico a norma

Inizia il Ramadan, due moschee abusive per i fedeli islamici

In città ci sono ben due centri islamici, peccato però che entrambi non siano a norma. I capannoni di via Frisia e di via Matteotti sono irregolari e privi di autorizzazione per svolgere attività di culto

Alla fine il Ramadan è arrivato (iniziato ufficialmente per gli islamici domenica 29 giugno) e Cinisello Balsamo non è, ancora una volta, pronta ad accogliere centinaia di fedeli.

In verità in città ci sono ben due centri islamici, peccato però che entrambi non siano a norma. Come ha denunciato più volte la Lega Nord, i capannoni di via Frisia e di via Matteotti sono irregolari (servirebbe una messa a norma dei locali) e privi di autorizzazione per svolgere attività di culto (servirebbe una trasformazione urbanistica).

Se l’anno scorso il centro islamico di via Fleming fu chiuso poco prima del Ramadan, costringendo i fedeli a pregare al Parco Nord e presso il centro sportivo della Cinisellese in via dei Lavoratori, quest’anno invece i due centri abusivi verranno usati comunque.

Il motivo? Il Comune di Cinisello Balsamo ha inviato alla procura di Monza gli atti delle ispezioni, ma lo sgombero, se ci sarà, non potrà arrivare che tra qualche mese, quindi a Ramadan finito.

Quindi il Ramadan è cominciato e i fedeli, che già utilizzano la struttura, continueranno a usufruirne, con picchi che potrebbero superare il migliaio di persone nelle preghiere del venerdì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento