ForlaniniToday

Milano, sgombero del palazzo abbandonato e trasformato in "residence" per senzatetto

L'intervento delle forze dell'ordine in via Medici del Vascello

Forze dell'ordine in azione venerdì mattina in via Medici del Vascello, periferia sud-est di Milano, per una iniziativa di sgombero in uno stabile abbandonato all'angolo con via Pestagalli. Proprio giovedì sera Striscia La Notizia aveva mandato in onda un servizio di Max Laudadio sulla situazione dell'edificio, trasformato da anni in "dormitorio" di persone senza fissa dimora e "centro" di vendita di oggetti tecnologici presumibilmente rubati.

Il 19 novembre si era verificato anche un incendio nello stabile, che era stato trasformato in una sorta di "residence" con letti e materassi, cucine a gas (pericolose, come si capisce) e allacciamenti abusivi. Un angolo di periferia nel quale sono presenti anche due campi rom in via Bonfadini, di cui uno regolare e uno no, e un'ex scuola occupata in via Zama.

Festeggia lo sgombero l'assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato (Fdi): «Finalmente! Dopo le numerose segnalazioni dei residenti e le mie denunce, questa mattina è in atto lo sgombero degli abusivi», commenta l'ex vice sindaco di Milano: «Il palazzo era abitato da diverse famiglie nomadi, delle quali fanno parte molti bambini, che non solo vivevano occupando abusivamente in precarie condizioni igieniche e di sicurezza, ma anche nella più totale illegalità. Si trattava di ladri e ricettatori che utilizzavano la struttura come bazar della merce rubata: computer portatili, tablet, telefoni, televisori. Tutti rubati e rivenduti sul posto».

Il Pgt: 18 mesi per recuperare edifici abbandonati

L'edificio fa parte dei circa 180 abbandonati, e di proprietà privata, censiti dal Comune di Milano, a cui Palazzo Marino, dopo l'approvazione dell'ultimo Pgt, ha inviato una lettera di attuazione delle regole urbanistiche. Le proprietà, da quando ricevono la missiva, hanno diciotto mesi per abbattere l'immobile abbandonato oppure procedere al recupero con una proposta di progetto da avviare entro i successivi dodici mesi dall'approvazione, altrimenti perderebbero tutti i diritti edificatori oltre l'indice base. A febbraio l'assessore all'urbanistica Pierfrancesco Maran annunciava l'invio della lettera proprio ai proprietari dei palazzi abbandonati in zona Medici del Vascello. «Non ci sono giustificazioni per lasciare gli immobili abbandonati in un periodo di crescita della nostra città, dove c'è bisogno di case e dove la larga parte dei proprietari sono fondi, enti, assicurazioni e banche che hanno la capacità di intervenire», commentava Maran.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Oggi e domani Lombardia in zona arancione: regole e divieti per il weekend, cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Fontana: "Lombardia zona rossa, non ce lo meritavamo"

Torna su
MilanoToday è in caricamento