rotate-mobile
Rho Rho / Via Madonna

Rho: le forze dell'ordine scongiurano rave party

Pietro Romano, sindaco di Rho: "Eventi di questo genere possono comportare rischi sanitari oltre che legali".

Una operazione congiunta delle forze dell’ordine hanno fermato un rave party a Mazzo di Rho. Carabinieri, polizia , vigili del fuoco e polizia locale sono intervenuti compattamente per rispondere alla segnalazione di un possibile evento musicale illegale nella notte tra il quattro e cinque il cinque febbraio scorso.

La polizia locale si è fatta parte diligente nell’ambito della comunicazione alle autorità di pubblica sicurezza. Quindi è stata siglata dal sindaco una ordinanza di diffida allo svolgimento della manifestazione, per la quale non era stata fatta né l’opportuna comunicazione né era stata concessa l’autorizzazione. Gli organizzatori dell’evento, per dare una parvenza di legalità, avevano infatti presentato al commissariato una comunicazione di festa privata per cinquanta persone in un capannone abbandonato di Mazzo. Nulla a che vedere con il rave party che era stato pubblicizzato attraverso i social network.

“Eventi di questo genere - ha dichiarato Pietro Romano, sindaco di Rho - possono comportare rischi sanitari oltre che legali. Purtroppo è sempre molto elevato lo spaccio e la diffusione di sostanze stupefacenti e alcool con conseguenti danni agli stessi partecipanti e a terzi. Ringrazio - conclude il sindaco - le forze dell’ordine che sono intervenute prontamente in modo coordinato e collaborativo dimostrando sinergia e prontezza nell’impedire lo svolgimento della manifestazione.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rho: le forze dell'ordine scongiurano rave party

MilanoToday è in caricamento