Venerdì, 18 Giugno 2021
Rho

Touring Superleggera, la nuova «Disco Volante Spyder» verrà presentata a Ginevra

L'auto è stata disegnata e realizzata interamente nello stabilimento di Terrazzano (frazione di Rho). Verranno prodotti solo sette esemplari e alcuni sono già stati venduti

La Disco Volante Spyder (foto Touring Superleggera)

Tra le auto in esposizione al salone dell'Auto di Ginevra ci sarà anche la «Disco Volante Spyder»: una quattro ruote interamente disegnata e realizzata dalla storica carrozzeria Touring Superleggera a Terrazzano, frazione di Rho.

Si tratta di una  fuoriserie a due posti basata sul telaio dell'Alfa Romeo 8C Competizione Spider. Una spider esclusiva (verranno prodotti soli sette esemplari, parte dei quali già acquistati) nata per celebrare i novant'anni di storia del marchio. 

La vettura si ispira a una gloria del passato, l'Alfa Romeo C52 del 1952. Un'auto rivoluzionaria che al Motor Show di New York del 1953 si guadagnò il soprannome di Disco Volante. Uno dei modelli più significativi nell’intera storia dell’industria automobilistica, tanto che fu scelta da Alfa Romeo per celebrare il proprio centenario.

«Se la versione del 1952 è stata rivoluzionaria — chiosa il capo design Louis de Fabribeckers — Disco Volante Spyder è sorprendente ed eccitante, come dev’essere una fuoriserie. Per non compromettere minimamente il piacere di una guida “open air”, l’auto è stata concepita come se non dovesse avere il tetto».

Il design si ispira decisamente alla prima Disco Volante e all’approccio aerodinamico che la caratterizzava. Nell’attuale Spyder il concetto è estremizzato. Le carenature aerodinamiche dietro all’abitacolo non sono un componente separato ma prolungano la linea orizzontale del parabrezza, con una suggestione aerodinamica sorprendente. La Spyder conserva molti dei tratti che hanno reso Disco Volante un’icona. Tra queste: le ruote anteriori e quelle posteriori scoperte.

Spyder, con la «y». “Spyder” non esiste nel dizionario inglese, ma negli anni sessanta i designer italiani ritenevano l’anomalia ortografica più originale ed accattivante. Per questo Touring «ha deliberatamente scelto questo “Italian touch” — si legge in una nota —, come omaggio alla tradizione dei carrozzieri italiani».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Touring Superleggera, la nuova «Disco Volante Spyder» verrà presentata a Ginevra

MilanoToday è in caricamento