menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, la metro M4 continua a crescere (sulla carta): le idee per le nuove fermate della 'blu'

La M4 punta verso Buccinasco, Corsico, Cesano e Trezzano. Incontro tra gli enti coinvolti

La nuova metro di Milano, la M4, continua a "correre", almeno sulla carta e nelle idee di progettisti e amministratori locali. Nelle ultime ore, infatti, si è tornato a parlare concretamente di un possibile prolungamento della linea blu, che al momento dovrebbe avere i suoi capolinea all'aeroporto di Linate e a San Cristoforo. 

Martedì, come spiegato dal sindaco di Buccinasco, Rino Pruiti, si è tenuto un incontro tra l'assessore del comune di Milano, Marco Granelli, i tecnici di regione Lombardia, città metropolitana e Metropolitana Milanese e i primi cittadini anche di Corsico, Cesano Boscone e Trezzano sul Naviglio, che dovrebbero essere i territori interessati dalle potenziali nuove fermate. 

Durante l'incontro sono state illustrate le ipotesi progettuali tra cui gli enti dovranno scegliere per finanziare il "progetto di fattibilità tecnico ed economica, essenziale per accedere ad eventuali bandi pubblici e ministeriali per la realizzazione dell’opera", hanno fatto sapere dal comune di Buccinasco. 

“Il prolungamento della M4 nel Sud ovest milanese - ha commentato Pruiti - è una scelta strategica per lo sviluppo della mobilità sostenibile, oggi divenuto sempre più urgente e indispensabile. Con molta soddisfazione, riprendiamo con tutti gli enti il percorso per realizzare le fermate della metropolitana sul nostro territorio: noi sindaci siamo orientati verso le ipotesi che consentiranno di raggiungere Trezzano sul Naviglio, con la prima fermata nei pressi di Buccinasco”.

“Gli enti - ha proseguito il sindaco - saranno chiamati a finanziare il progetto di fattibilità tecnico economica, ripartendo la spesa come già fatto per lo sviluppo delle ipotesi progettuali. Fondamentale il ruolo di regione Lombardia e del ministero dei trasporti e delle infrastrutture per finanziare le opere, anche utilizzando i fondi europei del Recovery Fund, in modo da non vanificare gli sforzi dei comuni”.

Prolungamento in vista anche per la M5

Nelle stesse ore, quasi in contemporanea, si sono aperti spiragli di prolungamento anche per la M5, che punta verso Bareggio

“Durante un incontro con città metropolitana e Metropolitana Milanese - ha spiegato il sindaco Linda Colombo - ci sono state presentate sei ipotesi di prolungamento della M5, che ha attualmente il suo capolinea a San Siro. Tra queste, la più interessante per noi è quella che prevede una tranvia lungo lo Scolmatore”.

Non è percorribile, invece, l'ipotesi interramento: “Sarebbe possibile fino a San Pietro, nei pressi del Lidl. Poi - ha fatto sapere il sindaco - per la strettoia che c'è sulla statale tra San Pietro e San Martino, a causa del fatto che non è mai stata realizzata la variante alla ex statale 11, ci hanno fatto sapere che non si potrebbe proseguire. Quindi, in base a questa ipotesi, noi rimarremmo tagliati fuori”.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Da oggi la Lombardia è in zona arancione

  • Meteo

    Allerta meteo per piogge e vento forte a Milano

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento