Cronaca Cenisio Monumentale / Via Mac Mahon

La trattativa per l'acquisto del mini market finisce con botte e minacce per i soldi

Un 50enne arrestato per estorsione nei confronti del titolare del mini market

Affare fallito e manette. Un uomo di 50 anni, un cittadino turco irregolare in Italia e con numerosi precedenti, è stato arrestato martedì dai carabinieri a Milano con l'accusa di estorsione nei confronti di un uomo di 34 anni, cittadino del Bangladesh, finito nel suo mirino dopo un incontro per la vendita di un mini market. 

Ad accendere i fari sul 50enne, lo scorso 23 aprile, è stato proprio il 34enne, titolare del negozio, che si trova in zona via Mac Mahon. Quel giorno, il bengalese si è presentato dai militari della stazione Sempione per raccontare che inizialmente aveva trovato un accordo con il turco per la vendita del locale ma che poi successivamente aveva deciso di cedere l'attività a un suo connazionale. 

A quel punto, però, il 50enne avrebbe iniziato a minacciarlo chiedendogli 2mila euro per l'affare mancato, arrivando anche a pestare il fratello del 34enne per convincerlo a pagare. Martedì, l'arrestato è tornato alla carica e ha preteso dalla vittima altri 250 euro, ma questa volta all'appuntamento si sono presentati anche i carabinieri. Appena l'uomo ha intascato i soldi, per lui sono scattate le manette. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La trattativa per l'acquisto del mini market finisce con botte e minacce per i soldi

MilanoToday è in caricamento