menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La polizia sul posto lo scorso 4 agosto

La polizia sul posto lo scorso 4 agosto

Agenti accerchiati e feriti: 7 ospiti del centro d'accoglienza in cella per la rivolta anti polizia

La rivolta era avvenuta lo scorso 4 agosto davanti al centro d'accoglienza di via Aquila

Otto mesi per uno, un anno e sei mesi per tutti gli altri. Sono stati condannati i sette ragazzi arrestati lo scorso 4 agosto dopo una vera e propria rivolta al centro d'accoglienza di via Aquila a Milano. 

Quel giorno a scatenare il caos era stato un incendio che era divampato a causa di un corto circuito nella struttura. Al loro arrivo sul posto, i vigili del fuoco si erano immediatamente prodigati per liberare un 19enne che era rimasto intrappolato in un camera, ma uno degli ospiti aveva scagliato un mattone contro un mezzo dei pompieri. Il ragazzo era stato fermato e portato nell'auto della polizia, che a quel punto era stata accerchiata, con gli agenti che erano stati aggrediti da oltre trenta persone. 

Per riportare la calma erano dovuti intervenire i blindati e i poliziotti in assetto antisommossa e soltanto dopo ore di tensione altissima la situazione era tornata alla normalità. Il bilancio finale era stato pesante: otto intossicati, due poliziotti feriti e sette uomini - tre del Gambia, due del Senegal, uno del Mali e uno della Costa d'Avorio - arrestati con le accuse a vario titolo di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. 

Martedì mattina è arrivata la sentenza del tribunale di Milano, che aveva accolto la richiesta della difesa di rito alternativo. Il giovane accusato di danneggiamento - quello che aveva lanciato il mattone - dovrà scontare otto mesi, mentre gli altri sei - i più "attivi" nella rivolta anti polizia - sono stati condannati a un anno e mezzo di reclusione. La procura aveva chiesto per tutti due anni.  

A nessuno di loro è stata concessa la sospensione condizionale della pena.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento